Coldiretti:"Se ci sono colpevoli devono pagare per i danni creati ad animali e allevatori"

 (foto: Coldiretti Cagliari)
(foto: Coldiretti Cagliari)
Coldiretti Sardegna estremamente preoccupata dalle recenti notizie del rinvio a giudizio dei vertici della Sanità Animale Nazionale per via della supposta diffusione della Lingua Blu per lucrare sul commercio dei vaccini chiede alla magistratura romana che segue il caso, il massimo impegno perché si faccia chiarezza su questo caso.“I pastori della Sardegna dal 2000 hanno subito centinaia di migliaia di perdite di capi, centinaia di milioni di euro di perdita di reddito e hanno dovuto sottostare all’obbligo di vaccinazioni che in alcuni casi si sono rivelate letali”, afferma Battista Cualbu, Presidente Coldiretti Sardegna, “Questa ultima notizia risulta come una beffa per tutto il sistema agropastorale sardo.
Non vogliamo che vadano in galera innocenti, ma chiediamo allo stesso tempo ai Magistrati che stanno indagando che si faccia immediata chiarezza sul caso andando a condannare con pene severe quelli che potrebbero risultare eventuali responsabili di questo massacro sia produttivo che economico per la Sardegna. Valuteremo nei prossimi giorni la possibilità di poterci costituire parte civile e chiediamo che anche la Regione Sardegna faccia lo stesso “ conclude Battista Cualbu.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Coldiretti Cagliari)