ARCHEOLOGIA

Alla scoperta delle origini di Tissi
Tra Preistoria ed epoca Romanica

di Daniele Giola
Il paese di Tissi
Il paese di Tissi
TISSI. Alla scoperta delle origini di un paese. Anche il comune di Tissi abbraccia la Settimana della Cultura con una serie di iniziative interessanti che sposano al meglio la sete di conoscenza con il fascino delle opere dei nostri antenati.

Domani, Maria Chiara Satta, archeologa della soprintendenza per le province di Sassari e Nuoro, farà da guida a turisti e locali in "Passeggiando tra i Monumenti". La giornata inizierà alle 10 in viale Italia con il un raduno all'ExMà. Da lì ci si sposterà a piedi verso la periferia fino ad arrivare all' ipogeo di "Sas Pùntas". Si tratta di un sito archeologico che conserva tracce importantissime di una frequenza preistorica. E' un esempio di Domus de Janas a prospetto architettonico, che imita nella roccia la conformazione tipica delle Tombe dei Giganti.

Alle 12.30 si torna nel centro abitato. Qui, grazie a fortuiti ritrovamenti del secolo scorso e a saggi di scavi più recenti, si potranno scoprire le origini tardoimperiali o bizantine del borgo. Si potranno poi visitare anche le due chiese romaniche: quella di Santa Anastasia e quella di Santa Vittoria e il centro storico, di chiara impronta medievale.

Chi volesse partecipare è invitato a prenotare ai recapiti: mariachiara.satta@beniculturali.it tel:079 2067425. Oppure servizigenerali@comune.tissi.ss.it





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Il paese di Tissi