Fotocopie illegali, copisterie nel mirino
Sei denunciati dopo le ispezioni Gdf

In città è fiorente della riproduzione illegale per gli universitari
Le Fiamme Gialle chiudono il negozio per evasione fiscale (foto: Guardia di Finanza)
Le Fiamme Gialle chiudono il negozio per evasione fiscale (foto: Guardia di Finanza)
SASSARI. Nelle copisterie della città sono state sequestrate 1.500 opere letterarie e didattiche riprodotte illegalmente, sia su supporto cartaceo, sia su hard disk esterni. Il tutto destinato al mercato degli studenti universitari. È il risultato di varie ispezioni congiunte della Guardia di Finanza e degli ispettori della Siae. Inoltre tanti esercenti non avevano pagato la quota annuale dei diritti dovuti, in maniera forfetaria.

Le sanzioni. In tutto sono sei i titolari che sono stati segnalati all'Autorità giudiziaria, per violazione della legge del diritto d'autore, che prevede per i trasgressori anche la reclusione fino a tre anni e una sanzione fino a 15mila euro.
In particolare la sanzione è il doppio del prezzo di mercato dell’opera, con un minimo di almeno 103,00 euro, ed è applicata per ciascun esemplare illegalmente duplicato o riprodotto. In tutto dopo le ispezioni le copisterie non in regola dovranno pagare almeno 150mila euro. E rischiano anche la chiusura da sei mesi a un anno.

Anche gli studenti devono stare attenti: chi è sorpreso a fotocopiare illegalmente o a richiedere questo servizio al di sopra del 15% del totale del libro potrebbe pagare una sanzione di 154 euro.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Le Fiamme Gialle chiudono il negozio per evasione fiscale (foto: Guardia di Finanza)