Il caso Multiss venerdì in Consiglio Regionale

La Regione risponde al problema della Provincia di Sassari, della Multiss sua società in house, e degli Enti locali in generale con il reintegro del Fondo Unico degli Enti locali, insieme ad altre risorse immediatamente attivabili, provenienti dall'assessorato del Lavoro e dell'Istruzione. Inoltre il caso Multiss – grazie alla volontà unanime di tutte le parti- arriverà venerdì in Consiglio regionale secondo la procedura accelerata prevista dall'articolo 102 del regolamento, per dare alla Provincia di Sassari i fondi necessari a garantire i servizi ai cittadini nel più breve tempo possibile.
Questa la sintesi dell'incontro di questo pomeriggio in Consiglio Regionale, alla presenza del Presidente del Consiglio Gianfranco Ganau, i rappresentanti della Giunta Pigliaru, l'assessore del Bilancio e vicepresidente Raffaele Paci, l'assessore degli Enti locali Cristiano Erriu e il capo di gabinetto del Presidente Pigliaru Filippo Spanu, con la Presidente della Provincia di Sassari Alessandra Giudici e il suo staff, insieme ai lavoratori della Multiss. "Ho giudicato molto positivo l'incontro di oggi – ha affermato l'assessore Erriu- e l'unanime volontà di tutti gli Enti coinvolti e delle forze politiche di pervenire a una soluzione tecnica positiva per mettere in sicurezza i lavoratori in attesa di un riordino generale del sistema delle autonomie locali".
Il caso Multiss. "La Regione, dopo un primo incontro il 24 luglio scorso con il Presidente della Provincia di Sassari Alessandra Giudici – ha ricordato il titolare regionale degli Enti locali- ha messo in campo tutte le iniziative possibili per garantire adeguate risorse agli Enti locali, ed evitare disagi ai cittadini, garantendo i servizi e salvaguardando per questo i livelli occupativi di società come la Multiss". "La Provincia di Sassari così come gli altri Enti locali – puntualizza l'esponente della giunta Pigliaru- soffre delle scelte che hanno portato la precedente amministrazione al taglio di 55 milioni dal Fondo Unico per gli Enti locali".
Il reintegro del Fondo unico per gli Enti locali. In assenza di strade alternative la Giunta ha deciso in via eccezionale -e in accordo con gli Enti locali- di reintegrare il Fondo Unico. "Gli ultimi atti della Giunta regionale sono indirizzati a recuperare risorse utili al Bilancio degli Enti locali – precisa l'assessore Erriu- così come richiesto anche dalla Provincia di Sassari. Proprio lo scorso 12 settembre è stato approvato il disegno di legge sull'assestamento di Bilancio che prevede il reintegro del Fondo unico degli Enti locali per una somma pari a 35 milioni di euro: quasi il 70% delle risorse che erano state sottratte". Tale reintegro consente alla Giunta Pigliaru di rispondere con tempestività e concretezza alle richieste ricevute.
Gli altri interventi attivati dalla Giunta regionale. Dalla verifica delle risorse attivabili sono emersi altri due interventi possibili. "Oltre all'incremento del Fondo unico, per la Provincia di Sassari sono state individuate risorse provenienti dall'assessorato del Lavoro, pari a 242 mila euro – spiega Erriu- con fondi per il personale LSU della Multiss, e da un tempestivo stanziamento di 334.355 euro per il supporto organizzativo del servizio di istruzione per gli alunni disabili della provincia di Sassari". Un risultato importantissimo, non solo perché è la prima volta che un governo regionale garantisce questo tipo di finanziamento in coincidenza dell'avvio dell'anno scolastico "ma anche perché in questo modo – conclude Erriu- si danno garanzie alle amministrazioni rispetto alle richieste urgenti pervenute".

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo