Potrebbero essere 5 miliardi di euro i fondi per la Sardegna nella programmazione europea 2014/2020

Raffaele Paci
Raffaele Paci
L'assessore regionale della Programmazione e Bilancio Raffaele Paci  incontrerà domani pomeriggio a Bruxelles i dirigenti della Dg Regio (Direzione generale della politica regionale e urbana). All'ordine del giorno del vertice, i temi della programmazione europea, con il monitoraggio della spesa dei fondi 2007-2013 (con effetti di spesa anche su  2014 e 2015) e la programmazione dei fondi 2014-2020. "Sugli stanziamenti in corso, la Sardegna ha accumulato qualche ritardo di spesa, ma stiamo mettendo in atto tutte le misure necessarie a recuperarlo e riuscire a spendere i 450 milioni ancora a nostra disposizione - dice l'assessore Paci che sarà a Bruxelles insieme al presidente della Regione Francesco Pigliaru -. Sono soldi che possiamo utilizzare fino al 2015 e il nostro obiettivo, che sicuramente centreremo, è spenderli fino all'ultimo euro".
Per quanto invece riguarda la programmazione 2014-2020, i fondi potenzialmente a disposizione dell'Isola sono oltre 5 miliardi di euro: l'importo definitivo è condizionato dallo stanziamento da parte del governo, a fronte di una richiesta del ministero dello Sviluppo Economico che è per la Sardegna di 1 miliardo e 800mila euro. Per il resto, nell'importo sono compresi 1 miliardo e 300 milioni di euro di Fondi FEASR (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale), 927 milioni del FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale), 444 milioni del FSE (Fondo sociale europeo), 570 milioni del Pon (Programma operativo nazionale). "Siamo impegnati a monitorare gli effetti economici e occupazionali della spesa dei fondi europei sul nostro territorio per poter programmare quei fondi nel modo più efficace", conclude Paci.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Raffaele Paci