Renato Soru è il nuovo segretario regionale del PD

di Mauro Manca
Renato Soru, dopo il successo elettorale delle europee, concede il bis trionfando alle primarie regionali del PD. L'ex Governatore ha infatti ottenuto il 51% delle preferenze con 19.895 voti, piazzandosi davanti a Ignazio Angioni, fermo al 36,7% (14.266 voti) e Thomas Castangia che è arrivato al 12,08% (4.693 voti). Soru si è imposto in 7 province su 8, cedendo la sola Ogliastra ad Angioni, raggiungendo il 60% nel Sulcis, il 54% nella provincia di Oristano, il 70% in Gallura, il 66% nella provincia di Nuoro, il 45,7% in quella di Sassari e il 51,2% in quella di Cagliari. Una vittoria netta che permette a Soru di succedere al Senatore Silvio Lai alla segreteria del PD sardo al termine di una tornata che ha visto presentarsi alle urne circa 40.000 elettori. Ieri intorno alle 23 le prime dichiarazioni del nuovo Segretario: "Il nostro primo compito è pacificare la Sardegna, ricostruendo la sintonia tra gli elettori e la politica. Complimenti agli altri due sfidanti che hanno fatto un lavoro enorme e ottenuto un grandissimo risultato. Insieme ci occuperemo di lavoro che manca, di trasporti, di artigianato, di scuole, di giovani, di imprese e di continuità territoriale". Ancora una volta però, a vincere è anche l'astensionismo: impietoso il confronto tra l'affluenza delle primarie del 2009, quando a votare si presentarono 100.000 sardi, e quelle di quest'anno, che hanno visto andare alle urne solo 40.000 aventi diritto con un decremento del 60%.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo