indipendentismo

Bruno Bellomonte sfida Ganau nella corsa per Palazzo Ducale?

A manca pro s'indipendentzia annuncia la candidatura del militante sassarese
di Valentina Guido
Bruno Bellomonte (foto: www.manca-indipendentzia.org)
Bruno Bellomonte (foto: www.manca-indipendentzia.org)

SASSARI. E se Bruno Bellomonte diventasse sindaco di Sassari? La proposta arriva dal movimento indipendentista A manca pro s'indipendentzia, che sottolinea: «Non è una provocazione». Bruno Bellomonte è un militante sassarese di 60 anni, arrestato nel giugno del 2009 nell'ambito dell'inchiesta delle nuove Brigate rosse. Assieme a lui sono finite dietro le sbarre altre cinque persone, accusate di aver organizzato un attentato in vista del G8 a La Maddalena, poi spostato a L'Aquila.

Di Bellomonte si è parlato molto in questi mesi, soprattutto per via delle rimostranze della moglie che ha chiesto più volte l'avvicinamento del marito, oggi detenuto nel carcere di Catanzaro in attesa del processo. La donna ha fatto presente più volte che, secondo la legge 354/1975, Bellomonte avrebbe diritto ad essere trasferito a Sassari, vicino alla famiglia, in modo da rendere più agevoli le visite da parte dei parenti.

Al termine dei lavori del suo terzo congresso, A manca pro s'indipentzia ha dunque annunciato di voler sostenere la candidatura di Bruno Bellomonte per il seggio più importante di Palazzo Ducale: «Bruno ha militato e lavorato tanti anni a Sassari e ha impegnato gran parte della sua vita a rendere questa città diversa rispetto al progetto di speculatori, affaristi e manipolatori di varia natura, tutti comunque legati agli interessi e allo strapotere dei partiti italiani e della borghesia sassarese».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Bruno Bellomonte (foto: www.manca-indipendentzia.org)