l'editoria in sardegna

EPolis manca in edicola dal 27 luglio
E il mercato (finora) non reagisce

di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
Il Sardegna (foto: SassariNotizie.com)
Il Sardegna (foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. Da più di quattro mesi l'editoria sarda è orfana del suo terzo polo: il gruppo EPolis. Il giornale freepress, affogato in un mare di debiti, manca in edicola dal 27 luglio con il risultato che il mondo dell'informazione sulla carta stampata si ritrova notevolmente impoverito. Un danno che non incide soltanto sul piano del pluralismo dell'informazione o su quello della perdita dei posti di lavoro dei giornalisti ma anche, soprattutto, sul piano economico. Lo dimostra l'andamento del mercato delle vendite, che anziché polarizzarsi sui due "media" tradizionali (La Nuova e L'Unione) non si è modificato più di tanto. Come riporta il mensile Sardinews, L'Unione sarda, primo quotidiano dell'isola, ha accusato un duro colpo, con un calo di 3.649 copie a settembre sull’analogo periodo del 2009. Il risultato è che la forbice fra le vendite della Nuova e dell'Unione si è ridotta: a ottobre dello scorso anno era di 5620 copie ora, mentre nel 2010 è scesa a 1785. Il primo quotidiano dell'isola, dunque, è in affanno.

Dunque, il vuoto lasciato da EPolis è abbastanza ampio. Chi lo sostituirà? E' molto probabile che l'editore Rigotti cerchi di ricostituire la società con nuovi soci e una ristrutturazione delle redazioni. Secondo alcune indiscrezioni (sempre provenienti dal mensile Sardinews, diretto da Giacomo Mameli) Rigotti avrebbe già preso contatti con un giornalista di grande esperienza: Fiorentino Pironti, ex capocronista della Nuova Sardegna. Pironti dovrebbe dirigere le edizioni nazionali mentre quella sarda dovrebbe essere retta da Alessandro Ledda e Antonio Moro.

Nel frattempo, però, il "buco" rimane. E in base alle stesse voci ci sarebbero sono molti soggetti pronti a riempirlo. Daniela Santanchè, ad esempio, presto potrebbe dare alle stampe un nuovo quotidiano freepress con sede a Cagliari. Ci sarebbero degli accordi in questo senso con EPolis, Nicola Grauso. La redazione potrebbe sorgere negli stessi locali di viale Trieste a Cagliari di proprità della famiglia Grauso. Si parla di un battesimo politico dell'iniziativa a cura del deputato Piergiorgio Massidda.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Tags
Immagini articolo
  • Il Sardegna (foto: SassariNotizie.com)