LEGADUE

La Dinamo all'esame di riparazione
Con Pavia una vittoria per rilanciarsi

di Daniele Giola
Coach Sacchetti (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Delise)
Coach Sacchetti (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Delise)
SASSARI. Fiducia, condizione fisica e, naturalmente, vittoria. La Dinamo dovrà ritrovarle tutte e tre domenica, contro Pavia, nella penultima giornata della regular season della Legadue. I play off sono vicini, per affrontarli nel modo migliore, e sperare di andare più avanti possibile, non si può prescindere da una componente fondamentale: l'entusiasmo.

L'avversario di turno, Pavia appunto, naviga nei bassifondi della classifica. Penultima in coabitazione con Venezia a 20 punti non ha alternative. Deve vincere le ultime due gare e sperare in qualche regalo da parte delle altre contendenti. Una sconfitta la spedirebbe dritta all'inferno. Anche per questo per i biancoblù di Sacchetti non sarà facile. Anzi considerate le ultime apparizioni, quattro sconfitte di fila, cinque nelle ultime sette, sarà durissima.

Ma c'è una posizione privilegiata da difendere, il secondo posto, e anche dei valori tecnici che non possono essere trascurati. La Dinamo è più forte di Pavia. All'andata i biancoblù si sono imposti fuori casa 100-97, grazie a una prova sontuosa di Kemp e Rowe e uno straordinario Hubalek, autore di 34 punti.

Era una di quelle 11 vittorie di fila che hanno poi permesso ai sassaresi di volare in testa alla classifica. Da allora molte cose sono cambiate ma nulla è ancora perduto. Battere Pavia prima e Vigevano potrebbe voler dire: riecco la vera Dinamo. Quella squadra spettacolare che faceva paura alle avversarie è finalmente tornata.





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Coach Sacchetti (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Delise)