dopo la missione

La Brigata Sassari finalmente a casa
tra abbracci e lacrime di gioia

di Daniele Giola
I militari della Brigata Sassari di nuovo a casa (foto: Sassari.Notizie.com)
I militari della Brigata Sassari di nuovo a casa (foto: Sassari.Notizie.com)
SASSARI. Dopo oltre sei mesi di missione anche gli utlimi militari della Brigata Sassari hanno finalmente fatto rientro a casa. Ieri pomeriggio all'aeroporto di Alghero, tra lacrime e sorrisi, i sassarini hanno potuto riabbracciare i tanti parenti e amici che li aspettavano con ansia. Schierati ordinatamente in attesa del passaggio della bandiera di guerra, i militari hanno prima assolto ai loro ultimi doveri di "formazione", prima di dare libero sfogo a una gioia attesa tantissimo tempo.

Ad accoglierli anche l’assessore regionale dell’Agricoltura, Andrea Prato, insieme al capo di Gabinetto della Presidenza, Giandomenico Sabiu. Assente per impegni istituzionali il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, che ha incaricato Prato e Sabiu di porgere i saluti della Giunta e di tutto il Consiglio regionale.

I sassarini, che sono stati avvicendati in Afghanistan nei giorni scorsi da un contingente di alpini, sono partiti da Kabul e atterrati con un Airbus 330, accompagnati dal loro comandante, il generale di brigata Alessandro Veltri, con la pluridecorata bandiera di guerra del 152esimo Reggimento fanteria Sassari e il suo comandante, colonnello Massimo Raccacampo.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • I militari della Brigata Sassari di nuovo a casa (foto: Sassari.Notizie.com)