Omicidio Campus, per Ciuca e Pittalis
condanne a 16 anni e 16 anni e 8 mesi

di Grazia Sini
Il pm Maria Grazia Genoese che segue le indagini (foto: SassariNotizie.com)
Il pm Maria Grazia Genoese che segue le indagini (foto: SassariNotizie.com)
SASSARI. Colpevoli di sequestro, omicidio e occultamento di cadavere. Questa la sentenza decisa stamane dal giudice dell'udienza preliminare, Antonello Spanu, nei confronti di Cristian Ciuca e Gianluca Pittalis. I due, giudicati con rito abbreviato, sono stati condannati a sedici anni e sedici anni e otto mesi nel processo per l'omicidio di Gianfranco Campus. Non ha retto, dunque, la tesi degli avvocati, Elias Vacca per il romeno e Pasqualino Federici e Herika Dess per l'orunese. Secondo la difesa, infatti, i due non sapevano che la spedizione punitiva al maneggio "Contessa" sarebbe finita in un omicidio.
Il giudice ha invece deciso di credere alla ricostruzione fatta dal pubblico ministero Maria Grazia Genoese e di accogliere le sue richieste di condanna a sedici e diciotto anni.

Intanto continua il processo per il primo imputato, Angelo Garau, che ha preferito scegliere il rito ordinario e dunque, a differenza degli altri due che hanno optato per il rito abbreviato, in caso di condanna non godrà di una riduzione della pena. Tempo fa l'uomo nelle sue dichiarazioni spontanee aveva addebitato l'omicidio a Ciuca e a un altro romeno, Adrian Lucinet, condannato per tentata estorsione ai suoi danni insieme alla sassarese Sonia Ortu.
I difensori di Cristian Ciuca e Gianluca Pittalis hanno fatto sapere che ricorreranno in appello.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Il pm Maria Grazia Genoese che segue le indagini (foto: SassariNotizie.com)