PALLAMANO

La Verde Vita cede lo scettro da regina
La corsa scudetto sorride al Teramo

di Daniele Giola
Tonia Cucca in azione (foto: Ufficio stampa Città dei Candelieri)
Tonia Cucca in azione (foto: Ufficio stampa Città dei Candelieri)
SASSARI. Addio sogni di gloria... per quest'anno. La Verde Vita si scuce lo scudetto dalla maglia dopo cinque anni di regno incontrastato. Teramo vince anche la gara di ritorno (30-28) e approda meritatamente in finale.

Tribune gremite, pubblico che si scortica le mani dagli applausi, cori di incitazione. Sembrerebbe un clima di festa, invece è l'epilogo di una gara persa, di un eliminazione bruciante. La Verde Vita ci prova in tutti i modi, (lo aveva fatto anche nella gara d'andata), ma non c'è niente da fare. Teramo si dimostra ancora una volta squadra cinica, spietata nei momenti chiave della gara. Per quest'anno ci si deve accontentare di un unico titolo: la coppa Italia.

La gara. Il copione sembra quello dell'andata con le due squadre a rincorrersi reciprocamente punto a punto. Il primo mini strappo è in favore delle teramane, con il 5-3 firmato dall'ex Pistelli. La Verde Vita resta in scia fino al 7-6. Poi, complice una superiorità numerica sfruttata alla perfezione e qualche errore in fase d'impostazione, le ospiti allungano trascinate dal Lucic fino al 15-11. Il time out chiesto da Koka Milatovic serve a rigenerare le sassaresi che si fanno più decise e all'intervallo lo scarto è di nuovo minimo (18-17 per Teramo).

Al rientro in campo molti segnali incoraggianti: prima il pari firmato dalla Bobrovnikova, poi addirittura il vantaggio (24-23), sempre con la Bobrovnikova. La gara sembra aver cambiato direzione, ma non ci si schioda mai dal punto a punto. Palarie e Lucic, in rapida successione, rilanciano Teramo. Contini e Cucca tengono vive le speranze della Verde Vita. A 1'32'' dal termine ancora Palarie prima, e la Dorovic poi, e Teramo raggiunge quota 30. La Verde Vita è dietro, solo due punti. Ma il tempo per un'altra reazione stringe. Finisce così. Teramo vince 30 a 28 e vola in finale, la Verde Vita ci riproverà l'anno prossimo.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Tonia Cucca in azione (foto: Ufficio stampa Città dei Candelieri)