Tempio, spari davanti al pub
Prima la rissa poi i colpi di fucile

 (foto: Archivio carabinieri)
(foto: Archivio carabinieri)
TEMPIO PAUSANIA. Prima la rissa davanti a un pub, poi all'improvviso gli spari che hanno ferito un cliente. È successo ieri notte, verso le 02.00, a Tempio, il responsabile, G.O.S., disoccupato di 55 anni, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia per tentato omicidio, ricettazione, porto di arma clandestina.

I fatti. Davanti ad un pub della cittadina, è scoppiata una violenta lite che ha visto coinvolto almeno cinqu persone, tra le quali G.O.S.
Quest’ultimo a un certo punto si è allontanato dando l’impressione di voler rincasare. Invece dopo alcuni minuti è tornato sul posto imbracciando un fucile, una doppietta calibro 16, con la quale ha esploso due colpi all’indirizzo del gruppetto ancora intento a litigare.
Uno dei colpi ha colpito alla coscia destra Giovanni Antonio Sotgiu, 24 anni di Trinità d’Agultu che, soccorso dal 118, è stato portato all’ospedale ove si trova tuttora ricoverato, non in pericolo di vita.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Tempio che hanno raccolto le testimonianze dei presenti e si sono messi alla ricerca del responsabile che nel frattempo è sparito. L’uomo è stato rintracciato per strada dopo pochi minuti e bloccato, sotto il giubbotto nascondeva il fucile, con calcio e canne mozzate e matricola abrasa. Indosso aveva tre cartucce calibro 16 e un coltello a serramanico. G.O.S è stato quindi portato al carcere di Tempio Pausania.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Archivio carabinieri)