Sardigna Libera dice no alle scorie nucleari sull'Isola

In poco tempo la Petizione “NO al sito delle scorie nucleari in Sardegna”, promossa da Sardigna Libera, ha raggiunto 7.935 firme. Con la petizione diretta a: Presidenza del Consiglio Matteo Renzi – Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti – Ministro Sviluppo Economico Federica Guidi – Presidente della RAS Francesco Pigliaru – Assessore Industria della RAS Maria Grazia Piras – Assessorato alla Difesa dell’Ambiente Donatella Spano si diffida il Governo Italiano dal prendere in considerazione qualsiasi ipotesi di transito e stoccaggio di scorie radioattive nel territorio sardo e si invita la Regione Autonoma della Sardegna e i suoi organi preposti a vigilare sulla tutela ambientale del nostro territorio e sulla salute dei cittadini, e a respingere concretamente qualsiasi iniziativa che possa identificare la nostra isola come possibile pattumiera nucleare nel Mediterraneo.
Il Popolo Sardo, a maggioranza, ha espresso la sua contrarietà sul nucleare con il referendum del 13 Giugno 2011.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo