la vertenza

Aperta la busta con l'offerta Ramco,
sì all'acquisto della Vinyls

Ancora cautela, saltato uno degli incontri previsti per oggi
L'ingresso della Vinyls a Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)
L'ingresso della Vinyls a Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)
PORTO TORRES. Piccoli passi nella vertenza Vinyls tra la cautela generale di operai e sindacalisti. La Ramco, unica società interessata agli impianti Porto Torres, Porto Marghera e Ravenna, ha ribadito la sua posizione, già espressa in una nota sui suoi progetti in Italia. Ieri finalmente è stata aperta la busta con la proposta che conferma l'intenzione degli arabi della Ramco di acquisire l'intero ciclo del cloro, ma c'è ancora da aspettare la trattativa con Eni. Nel bando internazionale di cessione degli impianti il vincolo è che si acquisiscano tutti gli impianti per il cloro e il dicloretano.

Incontro saltato. E proprio per oggi era previsto uno degli incontri con i vertici dell'Eni a Roma ma è stato rinviato. Sul tavolo i tre commissari straordinari della Vinyls, i rappresentanti del ministero dello Sviluppo economico, della Ramco e dell'Eni.
A breve dovrebbe arrivare una nuova data in cui dovrebbe essere presente anche lo sceicco del Qatar, presidente della società.

L'isola dei cassintegrati. Nonostante il bel tempo l'umore non è dei migliori nell'ex carcere di Cala d'Oliva, all'Asinara, occupato per protesta da due mesi. La parola fine alla vertenza sembra vicina, ma ancora lontana. Gli operai, in rappresentanza dei circa 120 che rischiano, il posto dicono: «Noi comunque dall'isola non ci muoviamo fin quando non arriva una soluzione».

Il primo maggio. L'isola dei cassintegrati sarà la meta di un raduno organizzato dal tam tam su Internet, tra il blog della protesta e la pagina di Facebook (che conta più di 93mila sostenitori). Saranno due giorni di festa e protesta con dibattiti e concerti fino a domenica, due maggio. Parteciperanno il jazzista Enzo Favata, il gruppo Istentales, Etnias e i Tenores di Bitti. L'Asinara oltre che un luogo simbolico è anche un parco naturale e area protetta, è necessario prenotare anche per questioni logistiche e di trasporto. Altrimenti, scrivono i cassintegrati nel loro diario quotidiano: «L'Asinara in queste due giornate sarebbe diventata la Woodstock del lavoro degli anni Duemila». Organizza Legambiente, ecco i contatti: 070 659740, salegambiente@tiscali.it.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • L'ingresso della Vinyls a Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)