Abbabula. Oggi a Monte D'Accoddi la serata conclusiva con Alessandro Mannarino

Paganini non ripete, ma ABBABULA si. Anche la seconda serata della 17^ edizione del festival di parole e musica d'autore è stata un successo. Un successo raccontato dalla qualità delle proposte in musica e dalla passione del pubblico, presente e coinvolto, che ha interagito con gli artisti sulla scena e goduto del fascino dell'altare di Monte d'Accoddi illuminato dal plenilunio. Oggi, sabato 1 agosto, gran finale con  sul palco il cantautore romano Alessandro Mannarino.


È un sottile nastro azzurro quello che collega le tre giornate del festival ABBABULA. Nastro che avvolge il sud del mondo, dell'Europa, dell'Italia. Che avvolge l'Isola. ABBABULA 2015 vuole essere un omaggio alla Sardegna, terra che guarda al mare Mediterraneo e all'orizzonte di un sud globale. Sud della Sardegna stessa, sud d'Italia, sud inteso, in senso ancora più significativo, come Africa. Un sud  rappresentato dalla musica degli artisti che, nel corso delle tre giornate, si sono alternati sui palchi di Monte d'Accoddi, luogo magico che volge il suo vertice a sud, quasi a voler ribadire il messaggio del festival con un concetto espresso però centinaia e centinaia di anni or sono. Così è stato giovedì. Così è stato anche ieri in una serata a forti tinte blues, contaminata da atmosfere anni settanta e odi alla luna. Così sarà anche oggi, ultimo atto di questa edizione ABBABULA.


Ieri, venerdì 31 luglio, il festival ha raccontato il blues, quello dei griot del Mali di Baba Sissoko, quello dei tuareg del Sahara di Faris Amine, quello del centro Sardegna suonato all'ombra delle montagne da River of Gennargentu. Ma non solo. Monte d'Accoddi è stato anche teatro della puntata pilota di una serie poliziesca girata a Sassari, serie interpretata e ideata dalla band Apollo Beat e dalla loro crew davanti ad un pubblico piacevolmente impressionato e catturato dalla serie e dal concerto. I suoni dell'Isola, quelli radicati, caldi e profondi dell'Africa, le parole di Dante e Leopardi, hanno invaso gli spazi nel giorno del plenilunio, evento celebrato ad arte dalla produzione originale ABBABULA “AllaLuna” di Matteo Gazzolo e Eugenio Carìa, viaggio fra le più belle pagine della letteratura italiana, con la musica elettronica ad accompagnare i versi. “AllaLuna” è stato però solo il gran finale di una serata che ha avuto il suo apice con la bella esibizione del maliano Baba Sissoko travolgente protagonista di uno show in cui la tradizione e i ritmi della musica afro americana si sono indissolubilmente fusi al beat, al funk e alla psichedelia. In chiusura, a rendere omaggio la grande luna, l'elettronica e le melodie di Saffronkeira.


Oggi, sabato 1 agosto, ABBABULA saluta il suo 2015 con un'altra grande serata di note che avrà la sua punta di diamante nell'attesissimo concerto del cantautore romano Alessandro Mannarino la sua punta di diamante. L'artista proporrà al pubblico il suo nuovo e innovativo progetto Corde 2015. «Il pubblico reagisce bene ai cambiamenti, si gode tutte le diverse sfumature. Da sempre mi piace usare i live per studiare e ricercare: non sono uno scultore che mostra sempre la stessa statua, ho fatto della trasformazione il mio punto di forza e mi piace circondarmi di musicisti. Ogni volta è come attingere a una miniera». Mannarino salirà sul palco alle 21:30, ma saranno le Musiche per tramonti del Luigi Frassetto Quartet ad aprire l'ultima serata del festival (ore 20), produzione originale ABBABULA, set costruito e pensato appositamente per Monte d'Accoddi che fonde l'eleganza di sonorità lounge a richiami cinematografici e alla bellezza del tramonto. Alle 20:30 il dinamismo artistico di Claudia Aru porterà sul palco uno show made in Sardegna, vivace, fresco e  tradizionalmente innovativo, mentre saranno le suggestioni e sperimentazioni elettroacustiche del duo MowMan – supportato dalle proiezioni di Marco Piras - a calare il sipario sull'edizione 2015 del festival.


Oggi, a partire dalle ore 19, con frequenza ogni 20 minuti e sino all'1:30, sarà attivo un servizio navetta gratuito A/R con partenza da via Tavolara, Sassari e arrivo a Monte d'Accoddi. Disponibile anche un parcheggio interno riservato alle auto.


Infoline 079/2822015. I biglietti sono acquistabili presso la sede della cooperativa “Le Ragazze Terribili”, a Sassari in via Tempio 65, e nei punti vendita del Circuito Regionale Box Office Sardegna.


-    1 agosto: costo del singolo biglietto 22 euro (comprensivo di prevendita), ridotto a 10 euro al botteghino per i bambini al di sotto dei 10 anni.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo