la diffida

No allo sciacallaggio:
il comunicato della Vinyls

Nessuna iniziativa benefica a nome dei cassintegrati
Operai Vinyls nell'Isola dei cassintegrati (foto: Per gentile concessione di Andrea Spanu)
Operai Vinyls nell'Isola dei cassintegrati (foto: Per gentile concessione di Andrea Spanu)
PORTO TORRES. Riceviamo e pubblichiamo volentieri un comunicato spedito da un cassintegrato della Vinyls Italia S.pa. a nome suo e dei colleghi.

Noi, cassintegrati Vinyls dalla Torre Aragonese, diffidiamo chiunque a utilizzare e associare il nostro nome e la nostra forma di protesta a qualsiasi tipo di iniziativa che preveda una raccolta di danaro.
In particolare ci riferiamo a un messaggio pubblicitario diffuso a mezzo stampa e da alcune emittenti televisive locali che ci vedrebbe come beneficiari del ricavato di un concerto che si terrà a Cagliari il 1° maggio prossimo.
Questo tipo di iniziativa, oltre ad essere assolutamente lontana dal nostro modo di vivere la protesta, non è nel modo più assoluto stata concordata con noi, né di questa siamo mai stati informati.
Ci preme ricordare a coloro i quali ancora non avessero preso atto della nostra situazione che l’Isola dei Cassintegrati è un avamposto della torre Aragonese e che né il suo logo né il suo nome devono essere in nessun modo strumentalizzati ed accostati a questo tipo di iniziative che noi riteniamo puro sciacallaggio.
Noi lottiamo solo e soltanto per veder riconosciuto il nostro diritto al lavoro.
Ringraziamo tutti per l’eventuale collaborazione e ci auguriamo di non dover più intervenire in tal senso.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Operai Vinyls nell'Isola dei cassintegrati (foto: Per gentile concessione di Andrea Spanu)