Sanità, Tocco si scaglia contro il blocco delle assunzioni

"Si tratta di un provvedimento poco adeguato ed inopportuno". E’ netto il giudizio del consigliere regionale Edoardo Tocco (FI) sul blocco parziale delle assunzioni di personale nel sistema sanitario isolano. Un ulteriore dura mazzata all’universo del personale medico e ausiliario che sperava in un incremento dell’occupazione negli ospedali cagliaritani. Un’attesa naufragata con la delibera dell’assessore Arru. "Un atto molto grave – spiega Tocco, componente del parlamentino che si occupa di sanità nell’aula di via Roma – che può seriamente compromettere il funzionamento delle aziende sanitarie". Secondo l’esponente forzista sarebbero state, invece, necessarie altre mosse. "Si tratta di una decisione che avrebbe dovuto scaturire da una riorganizzazione generale e complessiva della rete ospedaliera sarda. Una decisione del genere comporta di fatto tagli lineari, senza nessuna specifica valutazione, che colpiscono indistintamente qualsiasi realtà sparsa nei territori dell’isola. Alcuni poli hanno necessità di nuovo personale, ma si sceglie di bloccare le assunzioni". Il nodo principale è la riforma della rete ospedaliera: "Si dovrebbe partire da questo presupposto – conclude Tocco – ma la revisione pare un lontano miraggio".  
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo