Con la Dinamo non ci si annoia mai.
Cremona battuta ai supplementari

di Mauro Manca
Per chiudere il match citofonare Logan. Anno nuovo, nuovi interpreti, ma stesse emozioni. La Dinamo versione 2016 riprende da dove aveva lasciato, regalando finali di gara tanto spettacolari quanto pericolosi per le coronarie dei tifosi. I biancoblu hanno ragione di una Vanoli Cremona mai doma al termine di 45 minuti ad altissimo voltaggio, riuscendo solo negli ultimissimi secondi a mettere al sicuro il risultato col punteggio di 97-90. Un avvio di stagione col botto per i campioni d'Italia, con i tifosi che hanno avuto modo sin da subito di ammirare le prodezze dei nuovi innesti, in particolare Alexander, Haynes e Stipcevic, determinanti per tutto l'arco della gara. Ancora una volta però a scrivere la parola fine sulla partita è il professor David Logan, che dopo un primo tempo in chiaroscuro si prende la scena nel finale spedendo all'inferno gli uomini gli uomini di Pancotto e in paradiso il popolo biancoblu. La squadra di Meo Sacchetti ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio su una Vanoli Cremona concentrata e ben messa in campo, capace inoltre di portarsi avanti nel punteggio in diversi momenti della partita. Un inizio di campionato di grande intensità, di quelli che lasciano presagire un'altra stagione carica di emozioni e finali al cardiopalma.

La cronaca della partita:

I primi due punti della stagione biancoblu li mette a referto Varnado sfruttando un lob di Haynes, ma la Vanoli risponde dall'altra parte con due triple firmate Turner e Washington. Gli ospiti mostrano da subito di non essere venuti a recitare il ruolo della comparsa, e chiudono la prima frazione avanti di tre lunghezze sul 16-19.


Alexander suona la carica nel secondo quarto con un'affondata a una mano e una penetrazione centrale, mentre l'azione dopo D'Ercole scalda la mano dai 6.75. Ai due canestri da fuori di Mian e Gaspardo risponde ancora lo scatenato Alexander con due giocate di pura energia e fisicità, contribuendo insieme ad Haynes al primo mini allungo dei sassaresi. La squadra di Pancotto rimane in scia ai padroni di casa soprattutto grazie alle giocate di Mian, che in un attimo raggiunge la doppia cifra a quota 13. Il primo tempo si chiude all'insegna dell'equilibrio, con le due squadre divise da soli tre punti sul 35-38.


Al rientro in campo Haynes riequilibra subito la situazione con una tripla, per poi concedere il bis in due occasioni che valgono il nuovo vantaggio dei sardi. Cremona non si perde d'animo e piazza un nuovo contro parziale in chiusura di quarto, riuscendo a terminare in vantaggio di cinque punti sul 52-57. La gara prosegue a folate in apertura di ultimo periodo: Sassari si riporta a -1, Turner e Southerlan la ricacciano indietro con due esecuzioni dall'arco, ma l'azione dopo Alexander replica a sua volta con una giocata di pura onnipotenza atletica. La Dinamo con pazienza impatta il match a quota 67 grazie a una tripla di Logan che accende un finale all'ultimo respiro. A meno di due minuti dall'ultima sirena Haynes regala un nuovo vantaggio ai sardi col quarto canestro da tre della sua serata, ma dall'altra parte Mc Gee e Southerlan ribaltano per l'ennesima volta le sorti del match. Dopo il time out chiesto da Sacchetti Logan ci prova dall'arco ma la sua conclusione viene sputata dal ferro, Cremona ringrazia e allunga dalla lunetta. Stavolta è Stipcevic a prendersi letteralmente i suoi sulle spalle realizzando cinque fondamentali punti che permettono ai suoi di acciuffare l'ennesimo pareggio. Dieci secondi alla fine, l'ultimo tentativo ospite non viene accolto dalla retina e la gara per decretare un vincitore ha bisogno di un overtime.


Nel supplementare Logan si fa immediatamente perdonare l'errore precedente realizzando da fuori, ma subito dopo si arrabbia per un fallo non fischiato e viene sanzionato con un tecnico. La Vanoli torna a +3, ma Alexander e lo stesso Logan non hanno alcuna intenzione di alzare bandiera bianca, tanto che con due magie riportano ancora avanti i biancoblu. Stavolta il piano di fuga ha successo, il funambolico numero 3 in maglia Dinamo chiude definitivamente la questione con uno spettacolare step back dai 6.75. Il punteggio finale di un'emozionante prima di campionato premia i sassaresi per 97-90.


Tabellino:


Dinamo Banco di Sardegna 97 – Vanoli Cremona 90

Parziali: 16-19; 19-19; 17-19; 28-23; OT:17-10.


Dinamo Sassari: Haynes 14, Petway 2, Logan 24, Formenti, Devecchi 3, Alexander 21, D’Ercole 3, Marconato, Sacchetti, Stipcevic 17, Eyenga 7, Varnado 6.
Allenatore: Meo Sacchetti.

Vanoli Cremona: Southerland 15, Adegboye, Mian 17, Gaspardo 5, Cusin 8, Cazzolato, Washington 10, Biligha 4, McGee 15, Turner 16.
Allenatore: Cesare Pancotto.

Arbitri: i signori Saverio Lanzarini, Luca Weidman e Evangelista Caiazza.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo