La Banda Osiris sbarca
il 30 a Porto Torres

Banda Osiris (foto: Wikipedia Commons Autore Roberto Lineros)
Banda Osiris (foto: Wikipedia Commons Autore Roberto Lineros)
PORTO TORRES. Arriva a Porto Torres la La Banda Osiris”. Il famoso gruppo sarà domani alle 21 al teatro comunale Andrea Parodi. Musica di tutti i generi (classica, rock, folk, jazz), miscelata con ironia e una buona dose di dissacrazione. Musica come suggestione: sonora e di immagine. Musica come divertimento: nell’eseguirla e nell’ascoltarla.

La band, famosa anche perché accompagna con la sua musica le puntate del varietà condotto da Serena Dandini su Rai tre "Parla con me", chiude la rassegna dedicata al decennale della Scuola civica "Fabrizio de Andrè", organizzata dall’Associazione Musicando Insieme in collaborazione con l’amministrazione comunale. Grazie alla rassegna sono saliti sul palco turritano i “Neri per caso”, “Piero Marras e Doc Sound” e “Le Balentes”.

«C’è stata una grande partecipazione di pubblico di tutto il territorio nei precedenti eventi musicali della rassegna – ha ricordato la direttrice Parodi -, e soprattutto sono state apprezzate le scelte musicali programmate attraverso una base assolutamente artistica». Per l’assessore Ligas si tratta della prima volta che un'associazione privata si presenta con una proposta importante e mette a disposizione degli investimenti per la realizzazione degli eventi: «Il Comune ha compartecipato alla rassegna, e ciò dimostra che è possibile raggiungere degli obiettivi quando ognuno contribuisce per propria parte». «Dopo l’ultimo appuntamento con la Banda Osiris – aggiunge Ligas -, a maggio ci sarà un grande concerto tenuto dai migliori allievi della Scuola e da tutti i docenti che in 10 anni hanno contribuito alla crescita della stessa. Una Scuola in grande ripresa con circa duecento allievi a regime, che nell’ultimo mese ha anche costituito la banda musicale “Città di Porto Torres”».
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Banda Osiris (foto: Wikipedia Commons Autore Roberto Lineros)