Sanità, Tocco boccia il taglio dei punti nascita

Le sforbiciate imposte dal governo e il disegno di riordino sanitario dell’esecutivo regionale mettono a rischio i punti nascita della Sardegna. Lo spettro della chiusura è ormai incombente per gli ospedali di Ozieri, Tempio e La Maddalena, mentre nel Sulcis Iglesiente si è già provveduto al taglio di Iglesias. Il consigliere regionale Edoardo Tocco (FI) sollecita la giunta "a non sottostare ai diktat del governo. Non si può pensare di sopprimere i punti nascita in un’isola già penalizzata dalla mancanza di collegamenti agevoli". La preoccupazione deriva anche dalle ultime notizie, con le morti a causa delle gravidanze. "Un motivo in più per rigettare il progetto delle sforbiciate. C’è poi un’altra nota dolente – conclude Tocco – siamo in forte ritardo sul decollo dell’azienda regionale per l’emergenza urgenza, vista la carenza del servizio di elisoccorso per soddisfare tutte le esigenze dell’Isola".


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo