La Torres vola in classifica, ma all'orizzonte incombono nuove penalità

La Torres di Marco Sanna vive un momento straordinario, nelle ultime settimane ha inanellato una serie di risultati positivi che l'hanno condotta a soli 6 punti dalla testa della classifica. La coppia d'attacco composta da Musto e Scotto ha già realizzato 17 reti complessive, senza dimenticare l'incredibile periodo di forma di Demartis, sempre più ispiratore della manovra rossoblù. Al di là dei numeri è tutto il collettivo sassarese ad aver cambiato marcia, e la differenza si rispecchia sia nella quantità che nella qualità del gioco espresso. Un quadro entusiasmante ed in grado di far quasi dimenticare le amarezze della scorsa estate, la retrocessione a tavolino e i vari terremoti societari, se non fosse che all'orizzonte incombono nuovi rischi sul fronte penalizzazioni. Stavolta i fari del Tribunale Federale si accendono sulla partita Monza- Torres del 17 dicembre 2014, sfida vinta dai brianzoli col punteggio di 3-0. La presunta combine, che imputerebbe la responsabilità oggettiva all'ex ds Nucifora, potrebbe costare alla Torres fino a 7 punti di penalità da scontare in questo campionato e 30.000 euro d'ammenda, così come richesto dal sostituto procuratore della Figc Gioacchino Tornatore. L'altra partita presa in esame dalla Procura è Torres-Pro Patria del 12 gennaio 2015, terminata 4-0 per i sassaresi. In questo caso le responsabilità sembrano pendere tutte dalla parte della Pro Patria, coi giocatori squadra lombarda presumibilmente rei di aver pilotato il risultato con un atteggiamento fin troppo arrendevole sul terreno di gioco.
In attesa di conoscere la decisione del Tribunale Federale, la Torres si prepara alla trasferta laziale sul campo del Cynthia, partita in programma domenica 17 gennaio alle 14,30.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo