EUROCUP

Il Banco si sveglia tardi, vince il Saragozza

Al Pabellòn Principe Felipe la Dinamo Sassari soccombe al cospetto dei padroni di casa del Saragozza. Una sfida che ha visto i sardi andare sotto in avvio e inseguire per tutta la gara, coi tentativi di rimonta prontamente sventati dalle bocche da fuoco della formazione locale, in particolare Jelovac, Kravstov e Sastre. Nella Dinamo brillano le prove di un Alexander ritrovato dal punto di vista offensivo (24 punti), e uno dei migliori Varnado della stagione, protagonista di una gara solida e di grande presenza sotto i tabelloni. Il dato che meglio spiega la sconfitta del Banco è quello relativo ai rimbalzi, un computo ingeneroso che ha visto la compagine sassarese racimolare la metà delle carambole rispetto agli avversari (44-22). Hanno pesato in particolar modo i 17 rimbalzi d'attacco concessi alla squadra spagnola, a fronte dei soli 5 secondi possessi conquistati dai biancoblù. Uno spunto di riflessione per Calvani in vista delle prossime sfide tra campionato e Coppa, a cominciare dall'impegno di domenica contro Cantù al PalaSerradimigni.

La cronaca della partita:

In avvio di gara la nota più lieta del Banco si chiama Alexander, mentre il Saragozza muove lo score con Bellas, Fotu e Kravstov, mettendo in cantiere il primo allungo della gara sul 15-9. Nel cuore della frazione la formazione di casa vola fino al +9, ma una tripla di Stipcevic e un canestro di Varnado da centro area limano sensibilmente lo scarto. Il primo quarto termina con le squadre divise da tre punti sul 23-20. Benzing e Jelavac premono sull’acceleratore nel secondo periodo, ma Haynes e Alexander si fanno trovare pronti a rispondere al fuoco costringendo al time out coach Casadevall. Dopo la sospensione gli spagnoli si scuotono dal torpore e si portano fino al +16 trovando con continuità il bersaglio da fuori, mentre la Dinamo paga qualche calo di concentrazione e un paio di dubbie decisioni arbitrali. All’intervallo il punteggio vede il Cai Basket condurre con un buon margine sul 50-36. Il Banco opta per la difesa a zona al ritorno in campo, una scelta che però non premia la formazione sassarese, incapace di arginare gli attacchi della squadra locale. Alexander tiene in piedi le speranze biancoblù con un nuovo exploit realizzativo, ma i soliti Jelovac e Fotu permettono al Zaragoza di mantenere un gap confortante sugli avversari. A dieci minuti dal termine le lunghezze di scarto sono 17 sul 70-53. La differenza tra le squadre rimane inalterata per i cinque minuti successivi, fino a quando i sardi non si avvicinano al di sotto della doppia cifra guidati da un generosissimo Varnado e un presente Stipcevic. Il Cai Basket resiste comunque al tentativo di rimonta ospite, riuscendo a portare a casa il match col punteggio finale di 87-75.

Tabellini:

Cai Basket 87 - Dinamo Banco di Sardegna  75

Parziali: 23-20; 27-16; 20-17; 17-22.

Cai Saragozza: Linhart 4, Henry, Garcia, Bellas 10, Sastre 12, Tomas 4, Benzing 5, NOrel 4, Fotu 12, Swing 3, Kravtsov 12, Jelovac 21.
Allenatore: Andreu Casadevall.

Dinamo Banco di Sardegna: Haynes 7, Petway, Logan 9, Formenti 2, Devecchi, Alexander 24, D’Ercole, Marconato, Sacchetti, Stipcevic 12, Eyenga  2, Varnado 19.
Allenatore: Marco Calvani

Arbitri: Petros Papapetrou (GRE), Milija Vojinovic (SRB) e Ingus Baumanis (LAT).
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo