Tavolo di partnerariato in Camera di Commercio, presenti tutte le Associazioni di categoria

L'Unione dei Comuni dell'Anglona e della Bassa Valle del Coghinas del presidente Gian Franco Satta e la Camera di Commercio del nord Sardegna del presidente Gavino Sini sono particolarmente lieti di comunicare che ieri, nella sala assemblee della Camera di Commercio in via Roma a Sassari, è stato convocato un tavolo di partenariato al quale oltre ai rappresentanti delle Istituzioni del territorio, ha partecipato la totalità delle associazioni di categoria. L'iniziativa, promossa da Camera di Commercio e Unione dei Comuni, si inquadra nell'ambito del programma regionale di sviluppo 2014-2019 e attività di Programmazione Territoriale – strategia 5.8 - il cui obiettivo è far crescere i territori attraverso un unitario percorso di sviluppo, grazie ad un positivo e attivo coinvolgimento delle realtà socio economiche territoriali. Proprio la Camera di Commercio del nord Sardegna ha manifestato il suo pieno interesse all'iniziativa attraverso il progetto “Rete di Reti – Ecosistema di sviluppo per le imprese del Nord Sardegna”.

La Regione Sardegna ha infatti messo a bando 440 milioni di euro destinati ai territori finalizzati al favorire e migliorare i processi di occupazione, inclusione sociale, istruzione, formazione, capacità istituzionale e assistenza tecnica. E proprio a tal proposito, l'Unione dei Comuni dell'Anglona e del Coghinas ha organizzato due incontri utili a presentare l'opportunità, spiegare modalità e vantaggi e, soprattutto, coinvolgere quanto più possibile e quanti più possibile operatori economici anglonesi e della Bassa Valle. In seguito agli appuntamenti fissati a Nulvi e Perfugas, era stata annunciata la costituzione di alcuni importanti tavoli tematici su comparto agroalimentare, ambiente e fonti di energia alternative, servizi in aree rurali e Turismo. A questi si sarebbe associato anche un importante tavolo comprendente tutte le associazioni di categoria. Il partenariato, per volontà di tutti i sindaci dell'Unione dei Comuni Anglona e Bassa Valle, sarebbe rimasto aperto anche al contributo di altri centri e territori, come Osilo, Ploaghe e il Coros, con cui è già stato condiviso il piano di sviluppo locale finanziato dalla Regione Sardegna.

"Il messaggio è importante, ribadito dalla presenza al tavolo dei rappresentanti delle Istituzioni del nostro territorio e della totalità dei rappresentanti delle Associazioni di categoria. Il segnale è forte e testimonia la volontà del territorio di non perdere l'occasione che la Regione ha offerto a noi, alla Sardegna intera – spiega il presidente dell'Unione dei Comuni Anglona e Bassa Valle Gian Franco Satta -. Ringrazio Gavino Sini per il sostegno e l'ospitalità, e sottolineo un concetto importante: a noi primi cittadini è stata offerta l'opportunità di essere primi attori di una programmazione che, partendo dal basso, coinvolga gli operatori e le realtà socio economiche territoriali. Che si sono sedute assieme a noi, nella loro totalità e con grande disponibilità e interesse. I sindaci sono chiamati ad essere protagonisti dello sviluppo del loro territorio".

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo