Scuola e regione, come gestire i servizi scolastici

Al via il confronto su scuola e ambiti territoriali tra la Regione e l’Ufficio scolastico regionale. Questa mattina l’assessore della Pubblica Istruzione Claudia Firino ha incontrato il Direttore dell’Usr Francesco Feliziani per discutere della nuova articolazione degli ambiti territoritoriali che, in base al comma 66 dell’articolo 1 della Legge 107/2015, ridefiniranno l assetto della rete scolastica sarda.
 Sulla base della proposta formulata dall’Usr, l’assessore Firino ha espresso la necessità di valutare con maggiore accortezza e tempo alcune problematiche.

“E’ importante – ha detto l’esponente della Giunta – che vi sia coerenza tra gli ambiti territoriali che si andranno a disegnare e il nuovo assetto istituzionale degli enti locali. Questo perché molti  servizi della scuola saranno gestiti dalle unioni di comuni, penso al trasporto e alla mensa”.  L’assessore ha inoltre ricordato come gli ambiti territoriali debbano assicurare la tutela del personale docente e non docente nella mobilità  e dare garanzia di omogeneità nell’offerta formativa.  

 “In questi giorni consulteremo – ha concluso Firino – i rappresentanti degli enti locali e i sindacati, passaggio fondamentale perché la Regione possa dare un contributo valido e concreto alla proposta dell’Usr nel prossimo incontro che servirà a chiudere questa prima fase”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo