Tagli alle Province. Intanto la Vertenza Entrate e' ancora aperta

Attilio Dedoni
Attilio Dedoni
“Ben venga che qualcuno nel centrosinistra cominci ad accorgersi del fatto che lo Stato continua a trattenere impunemente i soldi dei sardi mentre la Giunta regionale sta a guardare senza far nulla. La battaglia per recuperare le risorse che da anni vengono illegittimamente trattenute alle nostre Province è giusta e sacrosanta, ma è ora che la maggioranza apra gli occhi e riconosca che l’intera vertenza sui trasferimenti erariali che lo Stato deve alla Sardegna è ancora molto lontana dal potersi dire chiusa”, dichiara il capogruppo dei Riformatori Sardi – Liberaldemocratici in Consiglio regionale, Attilio Dedoni, commentando quanto affermato stamani dal consigliere Francesco Agus e dai parlamentari Silvio Lai e Luciano Uras in una conferenza stampa sui fondi sottratti alle Province nelle more dell’attuazione della legge Delrio.
    “Le risorse prelevate dalle casse delle Province devono tornare in Sardegna senza se e senza ma”, prosegue Dedoni, “ma stiamo parlando di somme marginali rispetto alle partite più sostanziose rimaste in sospeso. Non dimentichiamo che il solo trasferimento alla Regione delle accise sui carburanti prodotti nell’Isola, già previsto dall’art. 8 dello Statuto, garantirebbe più di un miliardo di euro all’anno. Senza contare gli arretrati delle quote di compartecipazione di Iva e Irpef, quantificati nel 2004 dalla giunta Soru nella somma astronomica di 10 miliardi di euro, successivamente ridimensionati dagli esecutivi di centrosinistra a seconda dell’opportunità politica del momento ed infine spariti di scena senza che nelle casse di viale Trento ne sia stata trasferita se non una minima parte. Ora si parla di fare ricorso contro lo Stato per i fondi delle Province, ma non dimentichiamo che è stata la giunta Pigliaru a ritirare i ricorsi con i quali la Regione chiedeva il trasferimento delle entrate erariali arretrate. Davvero nel centrosinistra qualcuno crede che questo esecutivo sia disposto ad andare allo scontro frontale con il governo Renzi?”
    “La giunta Pigliaru è quella del Patto per la Sardegna, quella che preferisce sbandierare come un grande successo qualche piccola elargizione, peraltro di dubbia provenienza, mentre i nostri soldi continuano a prendere il volo in direzione Roma per non fare più ritorno”, conclude il capogruppo. “Nel rapporto con lo Stato, i sardi continuano ad essere la parte perdente, quella che ogni giorno si vede portare via tutto per avere in cambio solo le briciole. Chiudere una volta per tutte la ‘vertenza entrate’ vorrebbe dire avere ogni anno un Patto per la Sardegna, finanziato però con soldi veri, i soldi delle nostre tasse che lo Stato rifiuta di restituirci violando il dettato delle norme costituzionali. Il centrosinistra ha delle enormi responsabilità in questo ed è difficile che possa bastare la battaglia sui fondi delle Province per invertire una linea politica che si è andata consolidando negli ultimi dodici anni”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Attilio Dedoni