Crescere imprenditori: nelle Camere di Commercio di Sassari e Nuoro i percorsi di formazione

Crescere imprenditori è un'iniziativa nazionale per supportare e sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità, attraverso attività mirate di formazione e accompagnamento all’avvio d’impresa. L'inziativa, che sta proseguendo, è promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in qualità di Autorità di gestione del Programma Garanzia Giovani. L'operatività è affidata ad Unioncamere e attivata a livello locale dalla rete delle Camere di Commercio, industria, artigianato e agricoltura. Crescere imprenditori, che ha preso il via nei giorni scorsi, con la collaborazione delle Camera di Commercio di Sassari e Nuoro e che registra l'adesione di quindici giovani(nove a Sassari e sei a Nuoro), nasce per chi al momento non studia, non lavora e non è attualmente impegnato in percorsi di istruzione e formazione (NEET), ha un'età compresa tra i 18 e i 29 anni ed è iscritto a “Garanzia Giovani” e non fruisce di alcuna misura di politica attiva, compresi i percorsi di supporto e sostegno all’autoimpiego e all'autoimprenditorialità organizzati a livello regionale. L'iniziativa si propone di accompagnare in ambito nazionale circa 6.200 giovani NEET verso la creazione e lo start up di nuove imprese. I giovani iscritti al programma Garanzia Giovani possono accedere ad una procedura di autovalutazione delle attitudini imprenditoriali, tramite un apposito test online. Una volta superato il test, il nominativo del candidato verrà inoltrato agli enti camerali, per l'attivazione del percorso di formazione e accompagnamento alla creazione d'impresa. La durata della formazione è di 80 ore suddivise in: 60 di attività formativa di base in gruppi (anche a distanza tramite live streaming) con esercitazioni e 20 di fase specialistica di accompagnamento e assistenza tecnica a livello personalizzato. Il progetto si concluderà a dicembre 2017. L'intervento formativo abbraccia l'impresa in tutte le sue componenti: dalle aree funzionali da presidiare per una corretta gestione d’impresa: marketing, produzione, struttura, personale, investimenti, amministrazione passando per l’aspetto economico-finanziario del ciclo della gestione fino alla comunicazione interna, stili di direzione, stili di leadership e pianificazione strategica, organizzazione e gestione delle relazioni esterne. I giovani che porteranno a termine il percorso - e avranno definito un piano d'impresa - potranno presentare domanda per accedere ai finanziamenti del “Fondo SELFIEmployment” gestito da Invitalia, sotto la supervisione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Gli stessi inoltre, nella fase di presentazione della domanda di finanziamento al Fondo, avranno diritto a nove punti aggiuntivi sul punteggio complessivo relativo alla loro richiesta.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo