Arriva il mea culpa del tifoso Dinamo

di SSN
Erano dovute, e infatti sono arrivate. Sono le scuse del tifoso della Dinamo che nella partita tra Dinamo e AEK Atene ha spintonato il play della formazione greca, Ukic.

"Non mi va di passare per la persona che non sono, mi scuso con Ukic, con l'Aek Atene, con la Dinamo e con i tifosi del PalaSerradimigni, da sempre esempio di correttezza e fair play. Ho commesso un gesto d'impeto, non corretto, senza riflettere, ma ho pensato solo a proteggere me e dei bambini che stavano seduti lì vicino".

A divulgarle per chiarire la situazione, il responsabile del gesto che fa mea culpa:"Sento l'esigenza etica e morale di scusarmi per l'episodio che mi ha visto coinvolto" e prosegue:"Allontanare con una spinta un giocatore non è corretto e non fa parte del mio normale modo di essere. Sono il primo a dispiacermi e fare ammenda per questo episodio".

Al punto che:"Da persona rispettosa dei valori dello sport, voglio porgere le mie più sincere e sentite scuse per un gesto che non fa parte dei miei principi e della mia condotta, nello sport così come nella vita".

Ora si attendono le decisioni degli organi disciplinari competenti: multa o squalifica del campo per la formazione sassarese?

Abbiamo ritenuto a torto o a ragione che riportare il nome dell'autore del gesto non fosse importante. Più importante è invece evitare che si ripetano fatti come quello cui abbiamo assistito. E già queste scuse sono un buon segnale. Speriamo.








© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo