Olbia, in un colpo si becca 23 verbali e 146 punti in meno sulla patente

di SSN
Nella serata del 28 dicembre scorso, una pattuglia della Sezione Radiomobile di Olbia aveva tentato di fermare un’auto per un normale controllo. Alla vista dei militari il giovane alla guida ha dato il via ad una fuga, durata circa venti minuti, che ha creato un grave pericolo per i cittadini e per quanti fossero in giro per la città considerato che l’auto, una coupé Nissan 350 Z, un’auto da oltre 300 cavalli, è sfrecciata a folle velocità per le vie del centro cittadino con il solo fine di sfuggire alla pattuglia dei Carabinieri e di evitare il controllo.

I militari all’inseguimento hanno fatto prevalere il buon senso ed hanno evitato di mettere a repentaglio l’incolumità dei cittadini a spasso per il centro, hanno mantenuto il contatto con il fuggitivo per un certo periodo, ma, alla fine, visto che l’inseguimento stava diventando troppo pericoloso, hanno scelto di attendere un’occasione più favorevole e di non creare pericoli per sé e per gli altri. A distanza di qualche giorno il giovane è stato identificato, fermato ed accompagnato presso la caserma di via degli Astronauti.

D. P., ventunenne, di Olbia, disoccupato e con la patente già sospesa per guida in stato di ebrezza, è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale, segnalato per guida con patente sospesa e gli sono stati elevati 23 verbali per un totale di oltre 3300 euro, oltre a circa 146 punti della patente. Una volta giunto presso il Reparto Territoriale dei Carabinieri D.P. ha ammesso tutto, ha riconosciuto le proprie colpe e ha dichiarato di averlo fatto per fare il “bulletto”, cosa che gli è costata cara, ma, per fortuna e solo per fortuna, non ha avuto conseguenze più gravi per nessuno.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo