Raccolta rifiuti, a Porto Torres interventi straordinari a causa di qualche cittadino "incivile"

Con il primo intervento si è proceduto al ritiro della spazzatura abbandonata lungo la strada costiera che da Porto Torres conduce a Platamona. «Qualche cittadino incivile aveva lasciato ben in vista nei giorni scorsi due grandi sacchi neri, proprio sotto il cartello che invita a rispettare l'ambiente. La società che svolge il servizio di igiene urbana – sottolinea l'Assessora all'Ambiente, Cristina Biancu – li ha rimossi, ma l'intervento graverà comunque sulle tasche dei cittadini. Per colpa di questi gesti il danno d'immagine per Porto Torres e il suo litorale è notevole, senza contare gli oneri maggiori che il Comune dovrà corrispondere a causa dei nemici dell'indifferenziata. Molti cittadini ci chiedono le telecamere: l'acquisto è in programma, ma pur avendole a disposizione non potremmo certamente posizionarle in ogni angolo della città o della fascia costiera. Ci vuole più educazione, civiltà e rispetto della cosa pubblica. Basterebbe poco: abbiamo un ecocentro comunale aperto ogni giorno, in via Fontana Vecchia, in cui possono essere depositati i rifiuti che non si riescono a smaltire con il porta a porta. È un servizio svolto nell'ambito dell'appalto di igiene urbana, senza costi ulteriori per i cittadini. Chi smaltisce illegalmente spazzatura lungo la costa o nelle campagne dovrebbe imparare a utilizzarlo invece di deturpare l'ambiente». L'altro intervento straordinario è stato effettuato nel Piazzale Lazio, nel Quartiere Satellite. Gli operai hanno provveduto a smaltire i sacchi che contenevano i rifiuti accumulati dopo l'esecuzione dei lavori di pulizia e decoro urbano che si sono svolti nell'ambito del progetto del Servizio civico.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo