M5S: sì alle fermate del treno per Ottava e Sant'Orsola

di SSN
Trasporti, studenti, lavoratori e Ferrovie dello Stato: l’esigenza è ripristinare le fermate del treno a Ottava e Sant’Orsola. Questo il fulcro della mozione presentata in Consiglio comunale da Desirè Manca, portavoce del Movimento Cinque Stelle che guarda con interesse agli interessi della comunità e dei singoli cittadini, a partire dal cuore pulsante della città per arrivare sino ai quartieri periferici. Periferici, certo, ma non certo dimenticati o da dimenticare.Il problema va risolto, la soluzione esiste tocca all’Amministrazione comunale renderla operativa, nel più breve tempo possibile.

“Negli ultimi 10 anni la popolazione delle frazioni di Ottava e Sant’Orsola è cresciuta in maniera esponenziale, arrivando ad un totale di circa 15mila abitanti - spiega la consigliera del Movimento di Cinque Stelle -. Cresce la popolazione, aumenta auspicabilmente il numero dei lavoratori, cresce certamente quello degli studenti. Il primo autobus per la città parte alle 7,30 del mattino e le conseguenze di questa esigua programmazione dei trasporti sono ritardi, spazi affollati all’inverosimile e condizioni di viaggio al limite della decenza”.

Il trasporti pubblici dalla frazione di Ottava a Sassari, curati dall’Atp, sono garantiti con una frequenza di circa un’ora a passaggio. Ancora, a Ottava come a Sant’Orsola esiste una stazione ferroviaria ora in disuso. Esiste una linea ferroviaria che quotidianamente, al mattino, collega Porto Torres a Sassari passando proprio per le stazioni di Ottava e Sant’Osola. Lo scorso 11 febbraio un’interrogazione del Movimento Cinque Stelle all’allora assessore competente per materia aveva “strappato” allo stesso  la promessa - garantita - in vista della stipula di un accordo con le Ferrovie dello Stato relativamente al ripristino delle sopra citate fermate. Dati di fatto, promesse e, come troppo spesso accade il nulla di fatto.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo