Porto Torres. Aggiudicato il nuovo appalto di efficientamento delle reti idriche

Tre chilometri di nuove condotte. Continua l’impegno di Abbanoa nell’ammodernamento delle reti idriche della città di Porto Torres. E’ stato aggiudicato in via definitiva l’appalto di efficientamento delle infrastrutture del servizio idrico che riguarda diversi Comuni del Sassarese. L’investimento complessivo è di oltre due milioni di euro che consentirà non solo di migliorare notevolmente il servizio, ma anche di dare una boccata d’ossigeno all’occupazione. A vincere la gara, tra l’altro, è stata proprio un’impresa di Porto Torres: la Angius Costruzioni.

Gli interventi. L’impresa sta completando la progettazione esecutiva degli interventi. I lavori inizieranno in primavera e andranno avanti per diversi mesi. Sono stati scelti i tratti di tubature con maggiori criticità che necessitano del loro rifacimento integrale perché soggette a continue rotture tanto da richiedere innumerevoli interventi di riparazione da parte delle squadre di Abbanoa. A Porto Torres saranno coinvolte le vie Galvani, Kennedy, Nervi, Pacinotti, Bernini, Piemonte e Lombardia con la realizzazione di quasi tre chilometri di nuove condotte.

Risultati ottenuti. Zero giorni di non potabilità e nessuna ordinanza di divieto d’utilizzo: per il servizio idrico a Porto Torres il 2016 segna una svolta. Grazie al piano di efficientamento delle reti, portato avanti in collaborazione con l’amministrazione comunale, il problema delle vecchie reti marce è stato aggredito con successo: dai 105 giorni di non potabilità del 2015 si è passati a zero divieti nell’anno appena concluso.

La task force. Abbanoa ha messo in campo una task force di tecnici che hanno setacciato le condotte e aperto i cantieri nei tratti più ammalorati. In passato, non avendo a disposizione la documentazione tecnica del Comune a partire dalle mappe dei sottoservizi, non si poteva che procedere alla cieca. Grazie alla collaborazione da parte del Municipio sono state affrontate le criticità. In alcuni strade erano presenti doppie e triple condotte con vecchi tubature che convivevano con quelle posizione nel passato più recente. Un dedalo di tubature al quale si è messo mano in maniera energia già a partire dal 2015 con ben 160 interventi.

Gli interventi. I lavori hanno riguardato le vie Montale, della Libertà, Rinascita, Azuni, Rossini, Monte Angellu, Mazzini, Carducci, Eleonora D’Arborea, Mentana, Regina Elena, Turreni, Barisone, Colonia Romana, Vittorio Emanuele, Antonelli, Largo Sabelli e vico Bertolinis. In totale sono state eliminate oltre due chilometri di vecchie condotte marce. In contemporanea sono stati trasferiti gli allacci alle utenze nelle nuove reti. Il nuovo assetto che si sta dando alla rete idrica cittadina mira a creare collegamenti ad anello tra le varie condotte in modo da evitare tratti terminali dove si potrebbero concentrare residui.

Operazioni di spurgo. Oltre all’eliminazione alla sostituzione delle vecchie condotte è stato portato avanti anche un piano di costante pulizia delle tubature con operazioni di spurgo calendarizzare nelle vie dei Corbezzoli, Loy, Lungomare Balai, Dante, Liguria, Montale, Pertini, Sassari e nei pressi dell’hotel Libisonis. Operazioni di spurgo e pulizia sono stati effettuati anche nei due serbatoi e nelle condotte che li collegano alla rete cittadina.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo