Sassari, cittadino cinese denunciato per truffa ai danni dello Stato

Nel pomeriggio di ieri gli agenti della Polizia hanno denunciato in stato di libertà un cittadino di nazionalità cinese di 25 anni residente a Sassari, regolare sul territorio nazionale, per truffa ai danni dello Stato.
Gli agenti sono intervenuti presso la Motorizzazione Civile, dove al momento si stavano tenendo degli esami di teoria per il conseguimento della patente di guida. Il Funzionario Pubblico, addetto alla supervisione dei candidati, che in più occasioni aveva ricordato ai candidati di non far uso di apparecchi elettronici e di spegnere i cellulari, si è insospettito del giovane, perchè mentre passava davanti alla sua postazione con una apparecchiatura elettronica in grado di rilevare onde magnetiche, aveva rilevato dei forti segnali. Una volta terminato l’esame, il giovane cittadino cinese è stato accompagnato in una stanza dove è stato perquisito e trovato in possesso di una fascia elastica occultata sotto la felpa, composta di diverse tasche all’interno delle quali erano state alloggiate una chiavetta per connessione internet, una radio trasmittente GSM, una micro camera ed un auricolare, il tutto collegato ad una batteria al litio. Si presume che il candidato fosse in collegamento con qualcuno, che dall’esterno forniva le soluzioni alla domande del test.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo