Sassarese fermato con due coltelli. Ha minacciato di morte l'uomo che lo aveva cacciato dal locale

Nel pomeriggio di ieri,il  personale della sezione volanti ha tratto in arresto un sassarese di 49 anni, con precedenti di polizia, per minacce aggravate, porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere e per violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale.
Gli agenti, su segnalazione giunta al 113, sono intervenuti presso un circolo culturale ubicato nel centro storico cittadino, dove un avventore, completamente ubriaco, stava minacciando di morte un dipendente.
Giunti sul posto, i poliziotti hanno notato l’uomo, conosciuto per i suoi precedenti, che cercava di allontanarsi velocemente dal locale e lo hanno fermato immediatamente. Durante il controllo di polizia, il 49enne è stato sottoposto a perquisizione personale che permetteva agli operatori di rinvenire due coltelli da cucina occultati, uno dentro la manica del giubbotto e l’altro nella tasca dei pantaloni. Dalla testimonianza resa dal richiedente dell’intervento, presente sul posto, si evinceva che poco prima, il fermato era stato allontanato dal locale in quanto, in forte stato di ubriachezza, disturbava gli altri avventori. Una volta all’esterno tra i due ne nasceva un litigio e solo dopo l’intervento di altri clienti, il 49enne si allontanava.
Ritornato subito dopo, era rientrato nel circolo con un coltello in mano, minacciando di morte l’uomo che lo aveva cacciato via.
Gli operanti hanno tratto in arresto il predetto conducendolo in Questura e dopo le formalità di rito lo stesso è stato associato presso la casa circondariale di Sassari in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata odierna.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo