Sassari, Alivesi "Il bilancio di previsione è un progetto politico fallito"

"Il progetto politico promosso dai sassaresi nel 2014 non ha trovato attuazione. Se qualche forma di realizzazione c’è stata, è avvenuta solo in minima parte rispetto agli obiettivi iniziali, le cause di questi ritardi sono frutto dell’inadeguata attività dell’amministrazione”. “Avete fallito nell’azione di governo, poco incisiva e mal comunicata, creando un solco sempre più profondo tra i cittadini e le istituzioni”. “E’ mancata l’umiltà e l’interminabile querelle tra sindaco e coalizione ha inasprito gli animi”. “I diversi ed inefficaci tentativi di giunta e maggioranza hanno deteriorato ulteriormente i rapporti per via dell’incapacità del sindaco di cogliere positivamente il disagio manifestato”.

La colpa è da attribuirsi allo stesso sindaco Nicola Sanna. “Pur volendosi ripartire le responsabilità, quelle maggiori non possono che ricadere su chi guida l’amministrazione. Dopo mesi di attesa, dobbiamo constatare che nulla è cambiato”. Queste pesanti dichiarazioni, che sembrano tratte da un intervento del principale oppositore e detrattore dell’Amministrazione cittadina di sinistra, sono invece le dichiarazioni dell’ex Vice Sindaco di Sassari. Noi non possiamo fare altro che concordare totalmente con le dichiarazioni dell’ex Vice Sindaco ed Assessore all’Urbanistica Carbini.

Il Bilancio di Previsione 2017 è la sintesi di un progetto politico fallito fin dall’inizio. Fino a pochissimo tempo fa abbiamo assistito alle repentine dimissioni dell’Assessore al Bilancio, che, oltre a rappresentare un evidente dissenso, instabilità e mancanza di armonia politica, ha determinato un pesante vuoto amministrativo che ha generato il ritardo nella predisposizione del bilancio di previsione e di tutti i suoi allegati, creando danni e disagi ad una amministrazione che ha dovuto procedere fino al mese di aprile con i dodicesimi di anno, impedendone la piena ed immediata disponibilità di tutte le risorse. Il bilancio di previsione predisposto è un bilancio essenzialmente povero, privo di risorse. Non viene prevista nessuna nuova opera.

Su tutto spicca l’assoluta mancanza di programmazione finanziaria che vede azzerate le entrate extratributarie, in particolar modo tra quelle riferite ai fondi europei. Un bilancio che evidenzia il forte incremento dell'indebitamento del Comune che accende mutui per gli impianti sportivi. Per il momento si è gia iniziato a pagare i mutui senza che alcun nuovo impianto od alcun lavoro sugli impianti sportivi sia stato iniziato, si veda a tal proposito il progetto degli impianti sportivi cittadini e, soprattutto, il Pala Serradimigni. L'annuncio di riduzioni inesistenti dei tributi comunali, in particolare modo per la tassa rifiuti, è assolutamente una mera illusione, visto che la riduzione pro capite è nulla, non determinando alcun ristoro o beneficio ai Sassaresi, ed a fronte del quale si assiste ad un evidente peggioramento del servizio offerto. Ci rincuora il fatto che l’Assessore Campus abbia smentito in Consiglio tale dichiarazione di riduzione della IUC.
E’ un bilancio che rappresenta perfettamente le difficoltà dell’amministrazione e della sua guida politica, evanescente, incapace ed assolutamente priva di un progetto di sviluppo complessivo per la Città, andando a generare una forte accelerazione del processo involutivo di Sassari."

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo