Sassari. Domani a Palazzo di città la Rassegna internazionale della chitarra

Con l’esibizione di Alessandro Deiana, la Rassegna internazionale della chitarra 2017 entra nel vivo. L’appuntamento è per domani sera, 21 aprile, a Palazzo di Città di Sassari, con il concerto Musiche dal Rinascimento al Romanticismo. Un evento da non perdere, durante il quale le note di Deiana accompagneranno il pubblico in un percorso sonoro, capace di viaggiare nel tempo.

Un’apertura in grande stile, con un musicista d’eccezione. Alessandro Deiana ha iniziato a studiare chitarra sotto la guida del Maestro Armando Marrosu. Ha poi proseguito gli studi con i corsi del Maestro Alberto Ponce, uno dei più grandi inter­preti della chitarra oltre che fondatore di una scuola chitarristica senza precedenti. Deiana è stato premiato in diversi concorsi d'esecuzione musicale e chitarristica nazionali e internazionali oltre ad aver tenuto centinaia di concerti per importanti enti e associazioni in Italia e all'estero (Austria, Australia, Belgio, Francia, Germania, Portogallo, Inghilterra, Repubblica Ceca, Spagna, Svizzera e Ulster). Dopo diversi anni in Francia come docente di chitarra nei conservatori di Bussy Saint-George e Savigny Le Temple (Parigi), è tornato in Italia a svolgere la sua attività didattica.

E anche quest’anno è ricco il cartellone della Rassegna internazionale della chitarra 2017 – organizzata dall’Associazione chitarristica sassarese in occasione del suo 40esimo anno di attività e patrocinata dal Comune di Sassari. Dopo l’appuntamento di domani sera, la manifestazione proseguirà il prossimo 3 maggio il concerto La chitarra ai tempi di Emilio Pujol del musicista spagnolo Francisco Albert Ricote. L’ 8 maggio sarà dedicato alle note di Davide Giovanni Tomasi che allieterà il pubblico con Musiche per chitarra del XX secolo. Il 22 maggio il sipario si aprirà per Daniele di Bonaventura e i Rigel Quartet che proporranno al pubblico il loro Canto alla Terra. Il quartetto composto da Daniela Barca, Marcello Peghin, Stefano Macciocu e Sabina Sanna, assieme al noto bandoneonista daranno vita ad una trama di note che dal Mediterraneo arriverà fino al Sud America.  

Il liutaio Lorenzo Frignani sarà protagonista della conferenza-dibattito La chitarra in Italia dall’Ottocento ai nostri giorni . L’appuntamento è alla Fimmg per approfondire l’evoluzione storica dello strumento e i diversi aneddoti che gli ruotano attorno.

La rassegna si chiuderà il 10 giugno a Palazzo di città con il Massimo Ferra Organ Trio. Al trio – composto da Massimo Ferra, Francesco Sotgiu e Mauro Mulas – è affidato il gran finale con La chitarra nel Jazz.

Alle date dei concerti e delle conferenze della Rassegna, si intrecciano gli appuntamenti del Concorso internazionale di Chitarra Emilio Pujol che si aprirà il 4 maggio con la prima prova a eliminazioni, per proseguire il giorno successivo – il 5 maggio – con finale e semi finale. Un appuntamento molto atteso nel panorama della musica internazionale che mette in gara artisti provenienti da ogni parte dl mondo. Al primo classificato la Dotguitar garantirà la pubblicazione e la diffusione di un album nei più grandi negozi di musica online.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo