La Sardegna è la regione italiana con maggior mercato turistico potenziale dal web

Che la Sardegna avesse grandi potenzialità per crescere nel mercato turistico, è cosa nota. Ma adesso arrivano i dati di Google e di Digitalia a confermarlo ed a renderlo concreto: la Sardegna è la regione italiana più ricercata dal pubblico dei potenziali turisti: facendo una comparazione tra quanto una determinata area è ricercata da potenziali turisti e quanto sono “pronte” le aziende del settore, ci accorgiamo che la potenzialità inespressa più grande è in Sardegna, ricercata dal 38% ma con un 45% di aziende che non ha un sito internet o ne ha uno obsoleto. Segue la Liguria, cercata da 36% con un 29% di aziende gravemente impreparate. Aree (ovviamente si fa riferimento a ricerche su regione, singole città, zone di interesse) che hanno un mercato e non riescono a coglierlo al meglio.
 
Di fronte ad un aumento dei flussi turistici 2016 rispetto al 2015 di circa l'80%, ad un forte aumento dell'offerta di ricettività turistica ed ad una domanda che si sposta sempre più verso le strutture di qualità o addirittura di lusso (quasi il 50% degli arrivi), purtroppo molte aziende del settore non si sono attrezzate adeguatamente: solo il 15% delle imprese del turismo sardo sono visibili sui motori di ricerca presso i paesi da cui provengono i principali flussi turistici. E se guardiamo al di fuori dell'area UE, questi numero crollano a meno del 10%(Dati Istat, Eurostat, Regione Sardegna, Google, DigItalia).
 
“ I dati molto positivi del turismo in Sardegna sono evidenti, ma guardando al futuro le potenzialità di crescita sono ancora enormi. Ma occorre organizzarsi in fretta per cogliere queste possibilità: attraverso una analisi delle tendenze di ricerca sul web, possiamo dire che nei prossimi 3/5 anni vi potrà essere una crescita di almeno il 20-30% annua. Ma le aziende della regione devono comprendere fino in fondo che ormai il turista di informa, legge, sceglie e prenota attraverso il web. - ha dichiarato Paolo Bomparola, Amministratore della Marketing01, riconosciuta da Google come la prima agenzia in Italia per il web marketing per il turismo - Ad oggi quasi il 70% delle imprese attive sul web si affida ad aggregato di offerta come Expedia o booking.com, una strategia ovviamente legittima ma che rischia di impoverire l'offerta, sia a causa degli importanti Fee che queste multinazionali trattengono, sia per una concorrenza che si basa principalmente su fattori economici e di “sconto”. Occorre invece che le aziende guardiano al web come un investimento non più rimandabile se non si vuole perdere una tendenza di crescita che va colta subito.”
 
“ I seminari non avranno lo scopo di parlare di tematiche generali, ma di illustrare praticamente agli iscritti come il web possa aumentare in modo significativo le prenotazioni per la propria struttura. - ha aggiunto Bomparola - Se le imprese del territorio prendono piena consapevolezza del ruolo strategico di internet, questo può rappresentare anche un vantaggio per tutta l'area: far crescere le aziende e far crescere il numero dei turisti crea ovviamente indotto e posti di lavoro.”.
 
Da tempo Marketing01, prima agenzia Google in Italia per il settore turistico, promuove una serie di iniziative gratuite sul territorio, per permettere agli imprenditori di avvicinarsi al mondo del digitale e di comprenderne tutte le enormi potenzialità per crescere.
 
I seminari si terranno:
 
- 26 Aprile 2017 - T HOTEL - Via dei Giudicati, 66, 09131 Cagliari
La partecipazione al seminario è gratuita ma la prenotazione è obbligatoria su questo sito:
http://www.adwordsworld.it/cagliari-26-aprile-2017/
 
- 27 aprile - HOTEL CATALUNYA - Via Catalogna, 22, 07041 Alghero SS
La partecipazione al seminario è gratuita ma la prenotazione è obbligatoria su questo sito:
http://www.adwordsworld.it/alghero-27-aprile-2017/


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo