Concorso Pecorino Romano Dop città di Macomer. 2° posto per l'Istituto Alberghiero di Sassari

Gli allievi Andrea Russo e Claudio Boero dell’Istituto Alberghiero di Sassari, guidati dal docente di Enogastronomia Giovanni Corona, si sono aggiudicati il secondo premio del concorso “Pecorino Romano Dop città di Macomer”, giunto alla sua seconda edizione e organizzato dal consorzio per la tutela del formaggio pecorino romano in collaborazione con l’Unione Cuochi della Regione Sardegna.  
Il piatto con il quale i giovani futuri chef hanno convinto la giuria composta da affermati professionisti del settore e dalla direttrice di un’importante struttura alberghiera, curato con la collaborazione della docente di Scienza degli Alimenti Tomasina Massa, porta un nome che la dice lunga sulle ricerche compiute per la sua preparazione : “ Variazione cromatica di pomodorini cherry in tartelletta di pane carasau e crema di pecorino, gnocchi fritti di pecorino romano su crema di favette alla nepitella, lombetto in crosta di pane guttiau al finocchietto e olive bosane all’elisir di mirto”. Si tratta di una sofisticata ricetta con la quale è stato esaltato l’ingrediente principe rappresentato dal pecorino romano, come richiesto dal regolamento del concorso, utilizzando primizie rappresentative di tutto il patrimonio gastronomico sardo per un originale prodotto finale che ha pienamente soddisfatto l’occhio ed il gusto, con l’aggiunta delle relative tabelle nutrizionali e del calcolo dell’apporto calorico.

Al concorso tenutosi a Macomer, che alla squadra degli chef junior dell’Istituto Alberghiero di Sassari ha fruttato una targa e un premio in denaro di 1600 euro, hanno partecipato anche l’Istituto Alberghiero di Arbus, che si è aggiudicato il primo premio, gli Istituti Alberghieri di Cagliari e di Bosa, l’Istituto Alberghiero di Marino, in provincia di Roma, e l’Anap di Oristano.
Il successo ottenuto a Macomer chiude un anno scolastico di importanti affermazioni per l’Istituto Alberghiero di Sassari, già primo classificato sempre con l’allievo Claudio Boero alla selezione regionale per il campionato italiano fra i migliori alunni degli Istituti Alberghieri disputato a Rimini, dove la scuola cittadina ha rappresentato tutta la Sardegna.
Forte di questi risultati, e profondamente convinta della valenza didattica e professionale di simili esperienze, la dirigente scolastica Maria Luisa Pala punta ora a far varcare ai suoi brillanti studenti i confini nazionali. La nuova tappa di prestigio prevista nel prossimo anno scolastico, infatti, è il più importante concorso internazionale riservato agli allievi degli Istituti Alberghieri europei organizzato dal circuito dell’AEHT, l’associazione europea delle scuole alberghiere e di turismo, in programma nel mese di novembre a Ostend, in Belgio, che vedrà impegnati circa 400 allievi di varie nazionalità selezionati nelle diverse specialità dell’area disciplinare della ristorazione.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo