Incontri internazionali sul cinema e grafica all'Accademia Sironi

Giovedì e venerdì prossimi (18 e 19 maggio) saranno due giorni intensi in Accademia di Belle Arti "Sironi". Ospite dell'Accademia sarda sarà l'artista ungherese Istvan Horkay, collaboratore di Peter Greenaway. L’artista ungherese Istvan Horkay (1945) lavora alla frontiera tra pittura e cinema, design e new media.  I suoi collage digitali e le sue animazioni sono ispirati dalla pittura e assumono la forma di immagini fortemente stratificate che giocano sui codici. I suoi lavori sono visualmente complessi e spesso costitiscono una sfida per l’interpretazione, fornendo delle ricche esperienze visive e concettuali. Lui aspira a creare un nuovo genere di arte digitale: i “poemi visivi”, dove ogni strato è un poema. Ha lavorato sia come artista solista che in collaborazione con il regista e artista britannico Peter Greenaway, sopattutto per la sua serie “Le valigie di Tulse Luper”. I lavori di Horkay sono stati presentati negli ultimi 40 anni in numerosi contesti internazionali”. Un artista di assoluta qualità per due incontri di grande spessore capaci di arricchire i giovani studenti dell'Accademia. In un percorso che nei mesi scorsi ha visto presenti a Sassari personaggi di caratura
internazionale.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo