Sassari. Alivesi "L'incapacità della classe dirigente dovrebbe essere un caso nazionale"

"Che l’accozzaglia di Nicola Sanna non sarebbe mai stata in grado di governare la Città e di esprimere un preciso disegno di sviluppo complessivo, era già chiaro fin dall’inizio. Ciò che non era ben evidente agli occhi della cittadinanza è l’assoluto menefreghismo manifestato, soprattutto in questa parte di anno, dai “senatori” del Partito Democratico, che preferiscono non occuparsi nemmeno della gravi crisi politica che attanaglia la “giovane èlite intellettuale di sinistra” a cui hanno maldestramente affidato la Città. Ci domandiamo che ne pensi il nuovo Coordinatore Regionale del Partito Democratico, il renziano Senatore On. Giuseppe Luigi Cucca, che appare totalmente “disinteressato” della gravissima crisi della seconda Città della Sardegna, unica Città governata dal P.D. per intenderci. L’On. Cucca vorrà assumersi la responsabilità di “commissariare” per un anno una Città importante come Sassari ? Si può per davvero permettere di decidere di perdere l’unica Città targata “P.D.” ?

A nostro giudizio l’incapacità della classe dirigente democratica cittadina ed il gravissimo stato in cui hanno gettato Sassari, dovrebbe al contrario rappresentare un autentico “caso nazionale”, visto il grandissimo risultato ottenuto dal P.D. in tutte le elezioni. Questo disinteresse è, a nostro giudizio, la rappresentazione del fatto che, per il Partito Democratico ed i suoi rappresentanti cittadini e regionali, considerano Sassari come un mero contenitore di “tessere” e “voti”, da utilizzare a piacimento. Fino a che avremo una Città che continua inoperosamente a farsi “sfruttare” in tal senso, Sassari ed i Sassaresi continueranno a scivolare dolcemente sul tragicomico liscio “tappeto ciclabile”, che oramai ha invaso tutte le sue vie.

I primi segnali della nuova situazione di stallo sono infatti giunti dalla Conferenza dei Capigruppo di questa mattina, durante la quale la Presidente Ughi ha comunicato che la prevista seduta del Consiglio per martedi 20 è stata rinviata. Con questo rinvio della massima assemblea cittadina vengono cosi rinviati tutti gli atti e provvedimenti che la Città attende da molto tempo, ma che, per il Partito Democratico vengono sempre dopo la loro eterna “resa dei conti”. “Sassari delenda est”, grazie al Partito Democratico. E mancano solo 55 giorni alla “Faradda”. "


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo