Arzachena. Usava l'auto di servizio per fini personali. Sospeso dal pubblico ufficio

Questa mattina, le fiamme gialle galluresi, coordinate dal Procuratore della Repubblica di Tempio Pausania, Dott. Domenico Fiordalisi, hanno proceduto a notificare al responsabile dell’Ufficio Legale del Comune di Arzachena il provvedimento di sospensione dall’esercizio delle pubbliche funzioni emesso nei suoi confronti dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Tempio Pausania, Dott.ssa Elisabetta Carta. L’atto giudiziario è scaturito dalle indagini coordinate dal Procuratore della Repubblica di Tempio Pausania Dott. Domenico Fiordalisi che hanno permesso di accertare l’utilizzo illecito dell’autovettura di servizio da parte del funzionario indagato.
Infatti, grazie all’attività della Guardia di Finanza è stato possibile accertare un uso sistematico dell’auto di servizio per finalità attinenti alla sua vita privata. Come constatato dai militari, l’autovettura, immatricolata come autocarro dal Comune di Arzachena per le esigenze dell’ente, era in realtà utilizzata in via esclusiva dal dirigente che, addirittura, anziché parcheggiarla nel parcheggio dei mezzi comunali, la custodiva presso la propria abitazione in Olbia. Secondo l’Autorità Giudiziaria, in ragione della posizione professionale dell’indagato in seno all’Amministrazione del Comune di Arzachena, sussiste un elevato e concreto pericolo di recidiva specifica e di inquinamento probatorio tali da rendere necessaria la
misura cautelare della sospensione attraverso la quale viene interdetta la possibilità, per il citato dirigente, di esercitare le attività attinenti ad un pubblico ufficio o servizio per un periodo di sei mesi. La tutela ed il corretto uso delle risorse finanziarie dello Stato è uno dei compiti della Guardia di Finanza che, in qualità di Polizia Economico Finanziaria, svolge controlli non solo sulle entrate erariali ma anche in materia di spesa pubblica e buon andamento della Pubblica Amministrazione.

Queste le dichiarazioni del sindaco di Arzachena conseguentemente alla vicenda: "Il sindaco del Comune di Arzachena, Roberto Ragnedda, in merito alla sospensione cautelare che ha interessato un dipendente dell’Ente dichiara: «Prendiamo atto della vicenda che ha coinvolto un dirigente del Comune di Arzachena e che avuto origine da un esposto presentato, e da indagini conclusesi, precedentemente al nostro insediamento. Confido nel lavoro della Magistratura, auspicando una celere risoluzione della questione che metta al primo posto la giustizia e il rispetto delle Istituzioni»."


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo