Il sassarese Mariotti si aggiudica la King Of The North Shore 2017 a Valledoria

Si è conclusa con la vittoria del forte atleta sassarese Andrea Mariotti la prima tappa della King of The North Shore valida per il campionato italiano di windsurf Aics di wave. Secondo il romano Raimondo Gasperini, al terzo posto il telentuoso milanese Matteo Testa. Tra le donne podio tutto romagnolo con Nicole Bandini prima, secondo gradino del podio per Greta Benvenuti e terzo posto per Silvia Vannini. Musica a palla e grande spettacolo a Valledoria su la spiaggia La Ciaccia dove centinaia di persone hanno affollato gli spalti naturali dello spot per assistere alle evoluzioni degli atleti che hanno riempito un'intera giornata di grande sport. La competizione passerà alla storia per il record di iscritti, quaranta, ma soprattutto per aver riportato la disciplina del windsurf sulle onde all'importanza che meritava. Un minuto di silenzio, al termine dello skipper meeting, ha ricordato Simone Panfili, un forte kiter, molto conosciuto nell'ambiente surfistico, scomparso quest'estate.  L'anno scorso aveva partecipato alla King of The North Shore raggiungendo il terzo gradino del podio.

La presenza di giovanissimi, Giulio Gasperini 10 anni, e di meno giovani ugualmente aggueritissimi come Maurizio Segarich 62 anni ha sintetizzato nel migliore dei modi la bellezza di questo sport che abbraccia tutte le fasce di età.  Il piccolo Gasperini, figlio del campione Raimondo, alla sua prima competizione, ha dimostrato coraggio da leone su mostri di quasi tre metri.

Ogni heat, se ne sono disputate 26 compresa la categoria donne, è stata una sfida all'ultima onda e all'ultimo cut back. Gli atleti hanno interpretato al meglio il regolamento cercando di raggiungere quella radicalità richiesta dal format che sempre di più vorrebbe avvicinare le gare di windsurf a quelle del surf da onda.

La manifestazione è stata baciata dalla fortuna, ma soprattutto dalle onde. Dai due ai tre metri di altezza in serata, e vento proveniente da ovest/nord ovest che ha soffiato per tutta la giornata oltre i trenta nodi.

La finalissima professionisti è stata tra due leggende della storia del windsurf italiano, Andrea Mariotti e Raimondo Gasperini. Entrambi con esperienze di altissimo livello in campo internazionale non si sono risparmiati e hanno giocato il tutto per tutto cercando le onde più grandi e più pulite per surfate da capogiro. A interpretare meglio la heat è stato il local Mariotti che ha aspettato le onde migliori e le ha lavorate come un chirurgo. I giudici non hanno avuto dubbi, il vincitore è lui. Spettacolo anche nella finale per terzo e quarto posto, dove Matteo Testa ha messo dietro Patrizio Sanfilippo con uno stile fluido e aggressivo e con manovre come la Taka, purtroppo non chiusa, che in una gara possono fare la differenza.  Nelle donne Nicole Bandini ha davvero impressionato per il suo stile potente ed efficace al tempo stesso. Ottima scelta delle migliori onde e interpretazione della gara da vera pro. Così come Greta Benvenuti, atleta di coppa del mondo, penalizzata dalla scelta di set non ottimali. Buona prestazione anche per Silvia Vannini e Antonella Fantini. Da segnalare anche gli amatori, tra i quali Martore al primo posto che dimostra di essere più nella fascia pro, con uno stile davvero "internazionale", ma anche Zilli e Biddau che hanno dato filo da torcere ai big.

Grande soddisfazione per l'atleta organizzatore Andrea Mariotti: "E' un sogno che si realizza. Vedere tutti questi ragazzi sotto i vent'anno in acqua è ciò che vorrei sempre vedere in una gara italiana. E' importante investire nel futuro perché loro sono l'ossigeno del nostro sport. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione di Andrea Nesi dell'Aics, di Salvatore Maninchedda della North Shore Elements e del suo staff, e di tutto il mio team, giudici, segretari, fotografi, soccorsi in mare e a terra, speaker e i tanti amici che mi hanno dato una mano nell'organizzazione". Il tutto si è concluso con la premiazione e la cena finale offerta dall'organizzazione, un altro momento importante di confronto e scambio di opinioni per far crescere il nostro amato sport. Prossima tappa ad Alghero, dove si disputerà per la prima volta una gara di waveriding che si preannuncia epica. Da non perdere.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo