Porto Torres, soluzione per la famiglia che occupava lo stabile a San Gavino

«I nostri uffici aiutano le persone in difficoltà usando gli strumenti previsti dalla legge e le risorse economiche a disposizione, cercando di distribuirle equamente secondo le esigenze degli utenti. In questo caso – afferma l'Assessora alle Politiche sociali, Rosella Nuvoli – gli assistenti sociali hanno trovato il modo di sostenere questa famiglia di Porto Torres evitando che proseguisse da parte loro l'occupazione abusiva nello stabile all'interno del Parco San Gavino». L'Assessora Nuvoli precisa comunque che «quando gli utenti sono consapevoli di attraversare un periodo di difficoltà devono rivolgersi ai Servizi sociali senza attendere il momento dello sfratto esecutivo, in modo da poter affrontare il problema per tempo e avere la possibilità di anticipare l'emergenza. È anche opportuno ribadire che il Comune non ha ora unità abitative a disposizione e in ogni caso non potrebbero comunque essere assegnate senza che le famiglie destinatarie siano inserite in apposite graduatorie certificate. Al momento non risultano all'Amministrazione informazioni su case di edilizia popolare subito disponibili per l'assegnazione. Se qualcuno volesse comunque indicare la presenza di persone non aventi diritto all'interno delle abitazioni può inoltrare segnalazione presso i nostri uffici. Ci attiveremo – conclude l'Assessora Nuvoli – per trasmetterle alle autorità competenti».



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo