"Stile Lìberos". A Nuoro un convegno per parlare di cultura e cittadinanza

Ritorna il consueto appuntamento con il Convegno “Stile Lìberos”, all’interno della quinta edizione del festival Éntula, un’occasione d’incontro per riflettere sul rapporto tra la cultura e gli altri settori della società che ne sono apparentemente lontani. Dopo aver affrontato lo scorso anno il tema della cultura come antidoto contro il razzismo e nelle precedenti edizioni quello della cultura come fattore di sviluppo e benessere psicofisico, quest’anno si parlerà del rapporto tra cultura e cittadinanza. L’appuntamento è per il 21 e il 22 ottobre nei locali dell’ExMe a Nuoro. Gli argomenti di discussione spazieranno da quelli legati alla scuola e all’importanza ricoperta da questa istituzione per formare i cittadini, per arrivare a parlare di cultura, di cittadinanza e dell’importanza di parole quali “politica” e “responsabilità”. Nella serata di sabato, al Teatro Eliseo, andrà in scena lo spettacolo “+45” di Sebastián García Ferro, uno spettacolo nel quale sei danzatori professionisti, rappresentanti della mezza età, insieme a un coro di principianti di mezza e terza età, presentano un lavoro che, rifiutando ogni preconcetto, fonde la danza contemporanea e di comunità invitandoci a riflettere sulla nostra società attraverso il movimento. Domenica 22 si parlerà ancora di cittadinanza con Maria Antonietta Mongiu, ex Assessore alla Cultura Regione Autonoma della Sardegna ed ex Presidente Regionale FAI Sardegna, Sandro Roggio, architetto e urbanista, e Giorgio Todde, scrittore e socio onorario di Associazione Italia Nostra. Il convegno “Stile Lìberos 2017” è realizzato in collaborazione con Sardex, un'isola in rete, Banca Popolare Etica e Sardegna Teatro. L’ingresso è gratuito.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo