Studenti di Alghero visitano la mostra “Chiamarlo amore non si può” a palazzo ducale

«Sono un'insegnante e sono abituata a restare sorpresa da voi, da ciò che studenti e studentesse riescono a restituirci, in termini di emozioni e creatività». Così la presidente Esmeralda Ughi ha ringraziato la II C e le ragazze della III A dell'istituto comprensivo 1 di Alghero che oggi hanno visitato la mostra “Chiamarlo amore non si può”. Gli studenti e le studentesse avevano partecipato con le loro creazioni all'allestimento di sensibilizzazione contro la violenza di genere e stamattina hanno voluto visitare l'esposizione. La presidente li ha guidati tra le opere e poi li ha ricevuti nella sala Consiglio dove ha donato a ogni classe una copia di “Il grido dell'erba”, l'atto unico di Leonardo Sole sulla violenza contro le donne. Infine i giovani artisti hanno visitato Palazzo Ducale, grazie alla guida turistica che li ha condotti alla scoperta dei tesori del museo.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo