Pili, disastro Tirrenia: "Tre navi fuori uso in un giorno solo"

Riportiamo la nota stampa del deputato Pili all'indomani dei problemi che hanno riportato tre navi della Tirrenia.


"Il disastro della Tirrenia è scandito dai fatti: stamane la nave Sherdan in arrivo da Porto Torres a Genova prende in pieno una banchina e provoca uno squarcio nello scafo, fuori uso, nel pomeriggio la nave Moby Corse sulla rotta Civitavecchia - Cagliari registra una grave avaria e non parte, passeggeri e mezzi a terra, infine la Moby Tommy destinata a sostituire una delle navi viene dichiarata fuori uso per un'avariasi dice alle caldaie. Un vero e proprio spettacolo indegno che avevo pronosticato con largo anticipo visto che in Sardegna si continua a mandare i ferri vecchi della navigazione. Tutto questo nonostante una convenzione che costa allo Stato 73 milioni di euro. Una montagna di soldi per lasciare lasciare la Sardegna senza collegamenti e senza navi. Si tratta di una situazione non più sostenibile per la quale domani mattina presenterò un esposto alla procura della repubblica considerate le perenni violazioni della convenzione e sopratutto il mancato intervento degli organi di vigilanza sia dello Stato che della Regione".

Lo ha denunciato poco fa il deputato e leader di Unidos Mauro Pili che ha annunciato un esposto alle Procure competenti.

"Una situazione insostenibile che denuncio da settimane - ha detto Pili - anche in relazione al blocco di centinaia di rimorchi, articolati nei porti da e per la Sardegna. Le navi ora guaste sono vecchie e inadeguate considerato che, per esempio, Amsicora e Bonaria, avevano 2000 metri di garage per ciascuna mentre Moby Corse e Moby Dada meno di 600. Un disagio che sta mettendo in ginocchio il sistema dei trasporti e che ora rischia di avere ripercussioni ancor più gravi proprio per la gravità del blocco di queste vecchie e inadeguate navi. Si pensi che la Moby Dada utilizzata sulle rotte per Napoli risulta perennemente in ritardo per i motori vecchi e inadeguati".

"E' scandaloso il silenzio della Regione e la complicità dello Stato che lascia fare alla Tirrenia quello che vuole, compreso l'incasso di 73 milioni di euro all'anno per un servizio senza navi e senza collegamenti. Per questa ragione - ha concluso Pili - domani invierò l'esposto denuncia alle Procure competenti

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo