Via Napoli e il restyling delle vie alberate, il Comune: "Nessun abbattimento fatto con leggerezza"

Alla perplessità e alla preoccupazione espressa da una nostra lettrice, che si faceva portavoce di alcune lamentele degli abitanti di via Napoli in merito agli alberi abbattuti lungo la via, l'amministrazione comunale aveva dato conto alla cittadinanza con una nota stampa, dove spiegava la "ricostruzione delle vie alberate" secondo criteri di pericolosità e cicli vitali. Tra gli interventi programmati nel 2018, quelli più importanti riguardavano sopratutto la valutazione della stabilità degli alberi e la messa in sicurezza con potature o abbattimenti. Il servizio di riqualificazione affidato pochi giorni prima di Natale dello scorso anno, prevedeva la messa a dimora di 60 nuovi esemplari.  Così aveva scritto l'amministrazione nella nota stampa: "Nessun abbattimento è eseguito con superficialità o leggerezza di valutazione. Anche le piante hanno un ciclo vitale definito da un inizio e da una fine: quando si esegue un abbattimento, purtroppo, significa che si è arrivati al termine». Il settore Ambiente e Verde pubblico del Comune di Sassari spiega il perché alcuni alberi siano stati abbattuti negli ultimi mesi e aggiunge: "Eliminate le situazioni di pericolo, si procederà a piantare nuove essenze". E nello spiegare la procedura di abbattimento il comune aveva spiegato ancora: "Si ricorrerà all’abbattimento solo quando inevitabile, in caso di piante morte o il cui stato fitosanitario risulta gravemente compromesso".
Evidentemente tali sono state considerate quelle di via Napoli.

In merito ai dettagli dell'appalto il comune ha precisato che la manutenzione straordinaria delle vie alberate cittadine, contempla l’abbattimento di 156 alberi non più vitali e di 24 palme infette, la potatura di 499 alberi, di 14 palme e delle siepi, per un'estensione complessiva di 654 metri. Saranno inoltre sostituiti 350 alberi delle ultime Giornate dell’Albero in 6 “Parchi UnoxDieci”, oltre alla realizzazione degli impianti di irrigazione per circa 30mila metri quadrati.









© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo