Il vostro cane ha delle fobie insuperabili? Portatelo ad Alghero questo fine settimana

E' possibile correggere alcuni comportamenti del nostro cane e cercare di aiutarli nel superare le fobie ? La risposta è si. Questo fine settimana ad Alghero ci sarà un importante appuntamento con esperti nel campo della cinofilia, che vi daranno gli strumenti necessari per aiutare i cani fobici.

Un evento a sei zampe voluto fortemente dall'organizzatore Francesco Retanda, educatore cinofilo, in collaborazione con Affinity dog e l’educatore Jacopo Fais, per capire ed interpretare le sensazioni di paura, ansia e fobia dei cani.  La paura è un'intensa emozione derivata dalla percezione di un pericolo. In presenza di una paura cronica, le reazioni sono spropositate e spesso la situazione è percepita come molto pericolosa anche quando non esiste un vero pericolo. Il cane fobico, oltre all'espressione tipica della paura, manifesta i sintomi di un vero e proprio attacco di panico con perdita degli autocontrolli, salivazione, urinazione e defecazione, fuga, tremore, autotraumatismi, vocalizzazioni eccessive e reazioni aggressive.

Si tratta di un corso formativo unico nel suo genere, che servirà anche come formazione della Polizia locale, Guardie zoofile Agriambiente, ma indirizzato sopratutto ai proprietari di cani che non riescono a controllare le loro emozioni. Ottima iniziativa anche per i minori di 16 anni, che con la sola tessera Agriambiente a loro dedicata, potranno partecipare al seminario.

Per la prima volta ad Alghero, in occasione del corso, arriverà un relatore d'eccezione: il rieducatore del comportamento Marzio Sala. Il seminario, che si terrà nella sala conferenze del Polisoccorso, in Via Liguria, prevede due intere giornate, dalle 9 alle 18, con una prima parte teorica al mattino ed una pratica il pomeriggio, con cinque o sei cani problematici dei corsisti e cani del canile. Ci sono ancora posti disponibili per partecipare. Si può inviare una e-mail all'indirizzo web francesco.r79@libero.it o mandare un sms ai numeri di telefono 393/5901946 o 347/0097661.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo