L'Accadema Olearia di Alghero conclude un tour mondiale pieno di riconoscimenti

L’Accademia Olearia di Alghero completa un lungo tour mondiale e torna a casa con un’incetta di affermazioni e di riconoscimenti che attestano l’azienda della famiglia Fois tra le più interessanti realtà del panorama produttivo internazionale. Dal 17 febbraio ai giorni scorsi, i rappresentanti dell’Accademia olearia hanno incassato apprezzamenti e titoli negli Stati Uniti, in Grecia, in Spagna, in Inghilterra, in Giappone e in Francia.

Il primo riconoscimento del 2018 per il lavoro portato avanti da Giuseppe Fois e dai suoi figli Alessandro e Antonello, che curano rispettivamente la parte agricola, quella della trasformazione e gli aspetti amministrativi e commerciali, è arrivato al “Los Angeles international extra virgin olive oil competition”, dove l’Accademia ha ottenuto una medaglia d’oro per il “Gran Riserva Giuseppe Fois”, una medaglia di bronzo per il “Biologico Dop Sardegna” e una medaglia d’oro per il packaging del “Gran Riserva Giuseppe Fois”. Pensata per educare il mercato americano attraverso una rete di esperti e addetti ai lavori di rango internazionale, con una straordinaria conoscenza in tema di olio e di selezione, degustazione e abbinamento col cibo, la manifestazione ha attirato 1milione e 300mila visitatori alla Los Angeles County Fair.

Neanche il tempo di festeggiare che da Atene è arrivata la notizia dei successi ottenuti il 4 aprile dall’Accademia alla “Athena international olive oil competition”, con le medaglie d’oro per il “Fruttato Dop Sardegna” e il “Gran Riserva Giuseppe Fois” e la medaglia d’argento per il “Monocultivar Bosana”. Un risultato eccezionale, ottenuto in un Paese, la Grecia, considerato la terza potenza mondiale per la produzione di olio d’oliva. Una settimana dopo, l’11 aprile, l’azienda della famiglia Fois ha lasciato il segno anche a Madrid, sede dell’annuale edizione del premio “International olive council’s Mario Solinas quality award”, organizzato dal Consiglio internazionale per l’olivicoltura e dedicato alla memoria dello studioso, al quale si deve uno straordinario contributo in tema di standardizzazione dei criteri di qualità perl’olio di oliva. In un contesto di assoluto prestigio, il “Riserva del Produttore Dop Sardegna” è stato prima finalista nella categoria “Fruttato leggero”. Il tour delle capitali europee il mese scorso ha poi fatto tappa a Londra per il “London international olive oil competition”, manifestazione che si prefigge di promuovere la conoscenza dell’olio extravergine e delle sue qualità tra i giovani, i pasticceri professionisti, gli artigiani alimentari, le scuole d’arte culinaria, i ristoranti e tutti gli operatori del settore gastronomico, fornendo loro informazionie competenze utili per saper riconoscere la diversità delle varietà e dell’alta qualità degli oli d’oliva.

Anche in Inghilterra il “Gran Riserva Giuseppe Fois” ha conquistato la medaglia d’oro. Il 26 aprile gli olii prodotti da cultivar autoctoni e da oliveti impiantati nel Nord Ovest Sardegna hanno ben figurato anche a Parigi, sede del “Concours Avpa Huiles du monde”, che vedeva in lizza più di 400 oli e oltre venti Paesi produttori. Nella categoria Fruité Vert moyen, il “Gran Riserva Giuseppe Fois” ha ottenuto il Gourmet Argent, mentre al Biologico Dop Sardegna è stato riconosciuto il Produit Gourmet.

Ma il mese scorso si è caratterizzato per l’Accademia Olearia anche per altre soddisfazioni fuori dai confini europei. Il 17 aprile il “Japan olive oil prize” ha assegnato l’ennesima medaglia d’oro al“Gran Riserva Giuseppe Fois”, vincitore della categoria Blend. In Giappone è arrivata anche la medaglia d’argento tra i Dop al “Biologico Dop Sardegna”. E sempre per restare in EstremoOriente, sarà resa pubblica solo il 16 maggio ma è già ufficiale la medaglia d’argento conquistataalla “China international olive oil competition” dal “Gran Riserva Fruttato Verde”. L’ultima tappa di questo esaltante percorso, che conferma la qualità del lavoro fatto dall’Accademia olearia, è stato il “New York international olive oil competition”, ossia la più grande e piùprestigiosa competizione di oli d’oliva di qualità al mondo, la cui lista di vincitori è consideratacome la guida più riconosciuta dei migliori oli extravergine di oliva dell’anno. Il 26 aprile, inoccasione della cerimonia di premiazione, l’Accademia Olearia ha brindato alla medaglia d’oro ottenuta nella categoria Bio Fruttato Medio dal “Biologico Dop Sardegna”, l’unico olio DopSardegna premiato.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo