Il Corpo Forestale sequestra venticinque quintali di cannabis

 (foto: Corpo Forestale)
(foto: Corpo Forestale)
Venticinque chili di infiorescenze di canapa che immesse sul mercato avrebbero fruttato 50mila euro: è l'ingente quantitativo sequestrato oggi dal personale della Stazione di Isili del Corpo forestale.
La sostanza stupefacente, probabilmente abbandonata a causa dei pressanti controlli del territorio da parte degli agenti del Corpo, era contenuta in sacchi e bacinelle e occultata in un anfratto roccioso nei pressi di un sito archeologico nelle campagne di Nurri.
Il ritrovamento è frutto della intensificazione dei controlli operati dal Corpo forestale per il contrasto agli scavi clandestini in aree archeologiche, attività che si  intensifica nei periodi piovosi. Sono ora in corso indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Cagliari, al fine di individuare i responsabili della coltivazione della cannabis.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Corpo Forestale)